La notizia è arrivata in diretta a Quarto Grado. La cassazione ha deciso di annullare la condanna dei due fidanzati Amanda Knox e Raffaele Sollecito per non aver commesso il fatto. Amanda e Raffaele non sarebbero quindi per la Giustizia i responsabili della morte della giovane Meredith Kercher. L'omicidio Kercher, noto alla cronaca come il delitto di Perugia, ha visto morire la giovanissima Meredith nella notte del primo novembre 2007. Meredith Kercher era una studentessa come tante, arrivata in Italia con la speranza di fare una bella esperienza universitaria. La ragazza aveva scelto come meta del progetto Erasmus proprio la rinomata Università di Perugia, conosciuta in tutto il mondo per la sua voglia di aprire le porte a studenti stranieri.

Meredith però in Italia ha trovato la morte. Il suo cadavere fu rinvenuto nel piccolo appartamento condiviso con i due ex fidanzatini  Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Dall'autopsia, emerse che Meredith era morta dissanguata a causa di una ferita profonda alla gola. Inizialmente, ad essere accusato dell'efferato delitto, fu l'ivoriano Rudy Guede. Amanda e Raffaele furono condannati in prima istanza per aver concorso all'omicidio. Quello che avvenne dopo, fu un susseguirsi di condanne e assoluzioni. Ben otto anni di processo giudiziario, seguito da tutte le trasmissioni tv e dalle testate giornalistiche. Il potere mediatico diede alla Knox e a Sollecito una popolarità inaspettata, trasformando troppo spesso la vicenda in una soap opera. Il 26 marzo 2013 venne annullata la sentenza d'appello dalla Procura Generale di Perugia, in quanto considerata priva di prove consistenti.

I migliori video del giorno

La Corte d'Assise di Firenze, che trattò il caso in seguito, condannò poi Amanda a 28 anni di carcere e l'ormai ex fidanzato Sollecito a 25. I legali dei condannati hanno presentato ricorso e la sentenza definitiva ha avuto luogo oggi, 27 marzo 2015.

Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono innocenti

Questa sera si è concluso il lungo processo che ha coinvolto Amanda e Raffaele. La Corte di Cassazione ha ritenuto la Knox e Sollecito non colpevoli per l'omicidio di Meredith Kercher. La notizia ha fatto il giro del mondo, sollevando non pochi dissensi. La prima dichiarazione è di Vanessa Sollecito, la sorella di Raffaele: 'Finalmente è finita'.