Proseguono senza sosta le indagini condotte dagli investigatori con l'intento di fare luce sull'omicidio di Loris Stival, il bambino di Santa Croce Camerina brutalmente assassinato lo scorso 29 novembre. Le ultime notizie sull'omicidio di Loris Stival viaggiano su un doppio binario: da una parte l'incidente probatorio svoltosi alla fine della scorsa settimana per ordine del gip Claudio Maggioni, dall'altra la prima lettera scritta da Davide Stival, il papà di Loris, alla moglie, Veronica Panarello, una missiva commovente nella quale l'uomo invita la donna a 'dire tutta la verità' su quanto accaduto quella mattina. Particolarmente importante l'incidente probatorio nel corso del quale sono stati acquisiti i filmati prodotti dalle telecamere di Santa Croce Camerina; stando in particolare al difensore di Veronica Panarello, Francesco Villardita, si tratta di un passo decisivo anche e soprattutto in vista dell'allineamento degli orari dei vari video, passaggio ritenuto 'determinante' per la valutazione della posizione della Panarello.

Loris Stival, ultime notizie: la svolta nei filmati, Davide scrive a Veronica Panarello - 'Non ti abbandono ma devi dire tutta la verità'

Come accennato in apertura, le ultime notizie sulla morte di Loris Stival vertono attorno all'incidente probatorio finalizzato all'acquisizione dei video delle telecamere di Santa Croce Camerina: 'Veronica Panarello è più che mai decisa ad andare avanti in maniera determinata per mostrare a tutti i costi l'estraneità ai fatti che le sono contestati. Finalmente è arrivato un momento in cui si ristabilisce l'equilibrio tra l'accusa e la difesa davanti ad un giudice terzo', ha dichiarato al riguardo l'avvocato di Veronica Panarello, Francesco Villardita. Il legale punta su un riallineamento degli orari dei video dimenticando però come ogni filmato sconfessi le parole della madre di Loris Stival che la mattina del 29 novembre cambiò strada rispetto al solito percorso senza passare dalla scuola del piccolo. Sul fatto che Loris non sia mai arrivato a scuola non ci sono dubbi, semmai è la sequenza delle azioni compiute dalla Panarello quella mattina a non convincere in pieno. Per l'incidente probatorio ci vorrà almeno un mese, al termine la difesa presenterà una nuova perizia: staremo a vedere con quali esiti.



Le ultime notizie sull'omicidio di Loris Stival si concentrano però anche sulla lettera scritta da Davide Stival alla moglie, Veronica Panarello, una missiva piuttosto toccante nella quale il padre di Loris invita la donna a dire tutta la verità: 'Quello che voglio da te è che ricordi quel 29 novembre, attimo per attimo, e che dica cosa è successo veramente. Solo così Loris potrà trovare finalmente pace […] Il mio non è un abbandono, ciò che voglio è solo ottenere giustizia per Loris […] Tantissime cose brutte sono state dette sulla nostra famiglia e sui tuoi comportamenti, ed il mio avvocato ha precisato e chiarito che tali cattiverie dette su di te io non le avevo mai viste con i miei occhi o sentite'. In chiusura un riferimento al secondo figlio della coppia che rischia di restare segnato dalla vicenda che ha interessato la scomparsa del fratellino: 'Quel bambino è l'unica ragione di vita che mi è rimasta per andare avanti e non voglio che subisca traumi psicologici, farò di tutto per proteggerlo e tutelarlo'. Che dire, il dramma della fine di Loris Stival continua ad essere alimentato giorno per giorno. L'auspicio è che presto si possa giungere alla conclusione delle indagini.