Nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata alle ultime news e agli aggiornamenti dedicati ai casi di cronaca nera che ad oggi sono rimasti irrisolti o quanto meno si cerca ancora di fare chiarezza. Al centro degli aggiornamenti di oggi 28 marzo, vi è il caso di Elena Ceste e quello di Yara Gambirasio, di cui nell'ultima puntata di Quarto Grado, la trasmissione di Rete4 condotta da da Gianluigi Nuzzi, sono stati svelati dei nuovi particolari. Partiamo subito dagli ultimi aggiornamenti sul caso di Yara Gambirasio, il cui presunto killer è considerato sempre Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello che attualmente si trova in galera.

Bossetti continua a professarsi innocente, e in questi giorni ha scritto una lunga lettera dal carcere letta nel corso della puntata di Quarto Grado. 

Elena Ceste e Yara Gambirasio: ultime notizie ed aggiornamenti

Nella sua lettera-fiume, Bossetti si scaglia contro sua madre Ester Arzuffi, che ritiene responsabile della sua condizioni: l'uomo, infatti, si è scagliato contro la donna perchè in passato non gli ha rivelato che il suo vero padre è Giuseppe Guerinoni. Per Bossetti, quindi, non ci sarebbero dubbi: questa tremenda bugia è la causa di tutto il suo male e della sua detenzione in prigione. Una lettera decisamente dura dove Bossetti usa parole molto forti nei confronti della donna, che anche di fronte all'oggettività della scienza, ha sempre smentito di aver avuto una relazione con Guerinoni.

I migliori video del giorno

Al centro delle ultime news di queste ore vi è anche il caso della povera Elena Ceste: anche in questo caso c'è un presunto assassino, ossia il marito Michele Buoninconti. Nel corso della diretta di Quarto Grado sono stati forniti dei nuovi particolari sulla vicenda e in particolare è stato detto che da tempo il matrimonio tra Elena e Michele era in crisi e questa cosa avrebbe portato la donna a cercare nuove amicizie sul web. Una situazione che Michele non voleva e non poteva approvare ed ecco allora che da quel momento in poi avrebbe cercato di riportarla in uno stadio di sudditanza psico-fisica. Intanto Michele in carcere passa le sue giornate facendo sport, leggendo i testi Sacri e anche parlando di Elena con gli altri detenuti.