Non si fermano le indagini per cercare di scoprire la verità sul caso di Yara Gambirasio, la tredicenne ginnasta scomparsa il 26 di cinque anni fa e ritrovata morta pochi giorni dopo. L'unica persona sospettata per la morte della ragazzina è Massimo Giuseppe Bossetti, quarantaquattrenne muratore di Mapello che si trova rinchiuso nel carcere di Bergamo dal 16 giugno. Le ultime news sulla triste vicenda di Yara Gambirasio, si concentrano sulla moglie di Massimo Bossetti, Marita Comi. Dalle intercettazioni è emerso un dialogo molto interessante tra il carpentiere e la moglie.

La moglie di Massimo Bossetti si è sbarazzata dei coltelli?

Secondo quanto è emerso dalle ultime intercettazioni, come riporta il sito "Urbanpost", la moglie di Massimo Bossetti avrebbe portato un paio di coltelli in carcere, nascondendoli nella sua borsa e avrebbe chiesto al marito cosa farne.

Massimo Bossetti non avrebbe avuto dubbi e avrebbe risposto alla moglie di buttarli via il prima possibile. Marita Comi ha si è dunque sbarazzata di quei coltelli? Il colloquio tra Bossetti e la moglie è stato registrato dalle telecamere; se gli inquirenti confermassero che Marita Comi ha veramente buttato via i coltelli, sarebbe un fatto davvero molto grave. Infatti, Yara Gambirasio potrebbe essere stata uccisa con uno di questi oggetti che Marita Comi avrebbe portato in carcere. 

Massimo Bossetti non ha scampo?

Il cerchio si sta stringendo sempre di più su Massimo Bossetti; ogni giorno emergono nuove prove a suo carico. Sui leggins di Yara Gambirasio infatti, sono state trovate tracce dei sedili del furgone del muratore di Mapello; inoltre, una testimone, la signora Azzolin, ha giurato di avere visto Massimo Bossetti insieme a Yara Gambirasio due mesi prima del delitto.

I migliori video del giorno

Pare dunque che il carpentiere non abbia scampo, nonostante il suo legale, Claudio Salvagni, stia facendo di tutto per difenderlo. Nelle ultime ore, inoltre, sono emerse altre intercettazioni molto compromettenti che riportano un dialogo tra Bossetti ed il fratello Fabio.