Negli ultimi giorni l'attenzione dei massmedia si è soffermata su un particolare in apparenza poco rilevante, che in realtà potrebbe aiutarci a capire la speciale freddezza di chi ha ucciso il piccolo Andrea Loris Stival di Santa Croce Camerina (Ragusa), che è morto strangolato con alcune fascette da elettricista. Nei pantaloni del bimbo, di soli otto anni, c'erano due monete da 1 Euro. Inizialmente non si è data importanza alla cosa ma bisogna sapere che è usanza antica collocare due soldi in tasca alla persona morta, altrimenti, secondo la credenza popolare, S. Pietro non gli apre le porte del Paradiso.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Tutto questo vuol dire che l'assassino potrebbe avere lucidamente pensato, in quei minuti concitati, di mettere le monete nelle tasche del bambino, palesando cioè una freddezza non comune.

Ad ogni buon conto la spiegazione di Veronica Panarello dopo il ritrovamento del corpo del figlio è stata che la sera prima della sua scomparsa lo aveva premiato per risultati scolastici positivi da lui ottenuti.



Il 24 aprile 2015 Veronica Panarello è stata interrogata in carcere su sua precisa richiesta. La donna seguita tenacemente a dirsi estranea ai fatti che le sono addebitati e su questo punto le si deve riconoscere una certa coerenza. suo marito però non le crede e questo fatto è motivo di forti tensioni. Nel corso di un colloquio in carcere i due sono quasi venuti alle mani proprio perché Veronica Panarello rimprovera a Davide Stival di non credere alla sua versione di quanto accaduto quel maledetto giorno, nel quale la giovane coppia ha perso il proprio primogenito di soli otto anni.

I migliori video del giorno





Il tribunale dei minori di Catania affiderà l’incarico a uno psichiatra per accertare se Veronica Panarello è ancora in grado di essere legalmente la madre di Diego Stival, il secondogenito che ha solo quattro anni.



Secondo quanto ipotizza il PM Marco Rota quella mattina la donna ritornò a casa, uccise il bambino, gli levò i pantaloni bagnati di pipì per la paura dovuta allo strangolamento prima di rivestirlo con altri pantaloni puliti. Una freddezza davvero sorprendente in una donna che ha appesa ucciso il figlioletto, dato che l'assassina ipotetica avrebbe agito d'impeto, almeno secondo l'interpretazione proposta dall'accusa. Ora bisogna capire se il particolare dei due euro può aiutare gli investigatori.