Quando si perde la propria famiglia si rimane orfani, quando si perde il proprio coniuge si diviene vedovi, ma quando si perde il proprio figlio cosa diviene un individuo? Come si può trovare una logica dinanzi ad un qualcosa di così spietato ed innaturale? E' difficile capire cosa possano provare dei genitori durante il funerale del proprio figliolo, è difficile comprendere appieno il terribile dolore del papà e della mamma di Domenico Maurantonio, il ragazzo morto in un albergo milanese durante una gita scolastica. Domenico era originario di Padova, era andato nel capoluogo lombardo per far visita all'Expò assieme ali professori ed al resto della classe, ma non è più tornato.

Barbara Benini, giornalista del noto settimanale Grand Hotel ha affermato che il ragazzo è precipitato dall'albergo in cui soggiornava con i compagni, intorno alle 5:30 del mattino, precisamente dal quinto piano.

Lo sfogo del padre 

Bruno, il padre di Domenico, ha riferito: "Ci sono stato in quell'albergo e vi assicuro che è impossibile cadere da soli dal quinto piano, Mio figlio non si sarebbe mai messo nei guai da solo e presto gli esami del sangue confermeranno che Domenico quella maledetta notte non era ubriaco". Intanto gli inquirenti hanno sequestrato i cellulari dei compagni, al fine di trovare qualche indizio che possa contribuire alla soluzione del caso. Ad ogni modo, in pochi giorni, l'intera vicenda è divenuta un vero e proprio giallo.

Domenico è precipitato dall'hotel all'alba e nessuno, neanche i professori, si sono accorti della tragedia fino alle ore 8:30. In seguito sono circolate svariate ipotesi, la più famosa è quella riguardante il lassativo messo per scherzo nella birra che stava bevendo il ragazzo, che per lui, operatosi in precedenza di calcoli alla cistifellea, sarebbe stato fatale.

Si è anche detto che il suo cadavere sarebbe stato trovatocon indosso solamente la t-shirt. Intanto si è scatenata una vera e propria bufera mediatica nei confronti del noto programma Rai Chi l'ha visto, condotto dalla giornalista Federica Sciarelli.

Dalla testata online de Ilgiornale.it si legge infatti, che molti hanno mostrato seri dubbi riguardo l'autenticità di alcuni messaggi mostrati durante la trasmissione, un blocco testuale preso forse da Whatsapp, che all'apparenza spiegherebbe le dinamiche della morte di Domenico, ma che, a leggerlo bene, sembra un frivolo racconto di finzione inventata a tavolino, un'azione assolutamente inopportuna nei riguardi di tragedie simili.

Anche gli inquirenti sarebbero d'accordo su tale ipotesi, probabilmente, una serie di sms scambiati tra due interlocutori, per depistare le indagini. Fatto sta che quella sera Domenico ed i suoi amici avevano dato vita ad un innocente "happy hour", tipico delle varie scolaresche in gita. La situazione però è subito degenerata, secondo la testimonianza dei dipendenti dell'hotel, i ragazzi sarebbero usciti fuori dagli schemi, addirittura defecando per i corridoi. 

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!