Le indagini relative al delitto del povero bimbo di Santa Croce Camerina, Loris Stival si arricchiscono di nuovi elementi che, questa volta, si riferiscono al contrastato rapporto tra Veronica Panarello e il marito, David Stival. Sin dal principio, si è avuta la sensazione che l'uomo non avesse alcuna intenzione di prendere le difese della moglie, tanto meno quando le immagini delle videocamere del paese hanno smentito la versione dei fatti raccontata dalla donna. David Stival è sempre stato piuttosto restìo ad andare a trovare la consorte, rinchiusa dallo scorso mese di dicembre nel carcere di Agrigento. Del resto, quando l'uomo ha deciso di accettare la richiesta della moglie affinchè avvenisse un colloquio tra i due, l'incontro è degenerato in un litigio, con le forze dell'ordine che sono intervenute affinchè non accadesse il peggio. 

'Perchè non ti ammazzi, Veronica?'

Quest'oggi, nel corso della trasmissione 'Mattino Cinque', è stata ospite di Federica Panicucci, la madre di Veronica Panarello, la signora Carmela Guzza. Si è parlato anche di questo incontro tra Davide e la moglie e, senza indugio, la mamma di Veronica ha affermato che l'uomo avrebbe chiesto a sua figlia di mentire sulla morte di Loris, o meglio, di non continuare a proclamarsi innocente. Secondo quanto dichiarato dalla signora Carmela, lo scopo di Davide era quello di convincere la consorte ad ammettere 'l'evidenza dei fatti', avvalorando così gli indizi di colpevolezza che gravano sulla donna. Veronica, naturalmente, ha rifiutato con forza tale richiesta e Davide avrebbe reagito violentemente: 'Perchè non ti ammazzi?' avrebbe urlato l'uomo alla moglie al culmine del loro litigio. 

Davide Stival, marito violento?

Una frase di questo genere, secondo la madre di Veronica Panarello, rappresenta un''istigazione al suicidio': nonostante il rapporto tra madre e figlia non possa certamente definirsi 'idilliaco', Carmela Guzza crede nell'innocenza di sua figlia e non accetta che il marito si comporti così nei confronti di Veronica. Non dimentichiamoci che la stessa Veronica ha chiesto agli inquirenti di indagare sui membri della famiglia del marito e che l'avvocato difensore, Francesco Villardita, ha dichiarato espressamente che Davide Stival, in occasione del litigio, avrebbe sferrato un pugno all'indirizzo della consorte.