Spuntano dettagli clamorosi su due casi ancora irrisolti della cronaca italiana; il primo è quello di Yara Gambirasio, la tredicenne ginnasta scomparsa il 26 novembre di cinque anni fa e ritrovata morta pochi mesi dopo. Il secondo è il delitto di Pordenone, avvenuto lo scorso 17 marzo, quando furono uccisi Trifone Ragone e Teresa Costanza; devono essere risolti ancora numerosissimi dubbi su questo complesso caso. Ma vediamo subito tutte le nuove indiscrezioni. 

Ultime news Yara Gambirasio, Ignoto 1 è Massimo Bossetti? Ecco il documento che lo proverebbe 

Secondo quanto riporta il sito "Urbanpost", il Dna di Ignoto 1 trovato sui vestiti della povera tredicenne sarebbe pienamente compatibile con quello di Massimo Bossetti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Esisterebbe anche un'immagine di questa prova scientifica che ha costretto gli inquirenti ad arrestare il muratore di Mapello. Il settimanale "Giallo" ha pubblicato proprio questa immagine, ovvero una foto in cui si desume la compatibilità tra il Dna dell'assassino di Yara e quello di Massimo Bossetti.

Si tratta di un'indiscrezione clamorosa, che potrebbe inchiodare definitivamente il muratore di Mapello. Ricordiamo infatti che il Gip, nell'udienza preliminare, avvenuta tre settimane fa, non ha accolto la richiesta di Claudio Salvagni, avvocato di Bossetti, di ripetere l'esame del Dna. Il carpentiere è dunque colpevole? Occorre attendere l'esito delle prossime indagini.

Ultime news delitto di Pordenone, ecco la nuova pista seguita dagli inquirenti 

Chi ha ucciso Teresa Costanza e Trifone Ragone? Gli inquirenti che si stanno occupando del caso stanno valutando ogni possibile ipotesi. Si è parlato di un possibile regolamento di conti, dato che le modalità di uccisione della coppia sono molto simili a quelle utilizzate in ambito mafioso. La nuova pista seguita dagli investigatori è quella di un'uccisione per vendetta.

I migliori video del giorno

Il movente sarebbe dunque passionale. Un uomo molto pericoloso, forse in contatto con ambienti malavitosi, avrebbe fatto delle avances a Teresa Costanza, ma sarebbe stato rifiutato. L'uomo, dunque, si sarebbe vendicato uccidendo a freddo i due fidanzati di Pordenone.