Pochi giorni ancora dopo di che le porte del Tribunale di Bergamo in via Borfuro si spalancheranno per l'avvio del processo a Massimo Giuseppe Bossetti, 44enne carpentiere di Mapello accusato di aver assassinato la piccola Yara Gambirasio. Il delitto di Brembate di Sopra, consumatosi ormai più di 5 anni fa, ha colpito più di ogni altro l'opinione pubblica per via della ferocia e dell'accanimento riversato sulla giovane vittima, la 13enne Yara, lasciata da sola a morire di stenti quando era ancora viva.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Le ultime news sull'omicidio di Yara Gambirasio aggiornate ad oggi 22 giugno si rifanno dunque all'epilogo della vicenda, con il processo al presunto killer, Massimo Bossetti, ormai in procinto di partire.

Sul piatto un'accusa pensatissima, omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere, anche se, è bene ricordarlo, Bossetti si è sempre dichiarato innocente. Importante a tal proposito rammentare come l'uomo, d'accordo con i propri legali, abbia rinunciato al rito abbreviato che gli avrebbe concesso sensibili sconti di pena a fronte dell'ammissione di colpevolezza. Un nuovo elemento è comunque emerso in questi giorni: è stato infatti arrestato dalla Guardia di Finanza Mirko Rosa, l'uomo che due anni fa era balzato agli onori della cronaca per aver promesso 100mila euro a chiunque avesse fornito agli inquirenti informazioni utili per risalire al responsabile dell'omicidio di Yara.

Novità e ultime news Yara Gambirasio oggi 22-06: processo ormai alle porte per Bossetti, sarà un aula bunker

Mirko Rosa, famoso anche per aver pubblicamente offeso il Papa, aveva trovato la stabilità economica dopo aver aperto una catena di Compra Oro nel Nord Italia. La Guardia di Finanza l'ha però arrestato insieme ad altre dieci persone con le accuse di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e al riciclaggio, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, emissione di fatture per operazioni inesistenti, occultamento e distruzione di materiale contabile. Ad inchiodarlo il pm di Busto Arsizio Nadia Alessandra Calcaterra, che si è detto convinto di come gli arresti giunti a margine dell'operazione cosiddetta Goldfinger abbiano contribuito a neutralizzare una delle organizzazioni più pericolose attive nel Nord della Penisola. Il collegamento col caso di Yara Gambirasio? Semplice, Mirko Rosa aveva promesso ben 100mila euro a chiunque avesse aiutato le autorità a trovare il responsabile del delitto di Brembate.



Le ultime news sull'omicidio di Yara Gambirasio aggiornate ad oggi 22 giugno si concentrano però anche su un altro detenuto, Massimo Bossetti, rinchiuso nel carcere di Bergamo con l'accusa di aver ucciso la piccola Yara. Il presidente del Tribunale di Bergamo Ezio Siniscalchi ha già avviato i lavori di preparazione dell'aula che ospiterà la prima seduta del processo prevista per giorno 3 luglio prossimo. Per l'occasione è attesa una vera e propria ondata di giornalisti e cronisti (anche esteri), ecco che verranno potenziati i cordini di controllo e verrà installato un terzo metal detector che verrà posizionato a metà del corridoio che conduce all'aula dove Massimo Bossetti sarà chiamato a difendersi dall'accusa di omicidio. Il cerchio sta per chiudersi.