Viviamo in un paese alquanto strano, dove vengono messi evidenza alcuni eventi, magari a volte meno importanti, ed altri, invece, rimangono nella'ombra. E' il caso dell'omicidio di Marco Vannini, il ventenne ucciso con un colpo di pistola mentre si trovava presso l'abitazione della sua fidanzata.

I media non mettono in evidenza il caso

I media non hanno dato sino ad ora molto spazio al suo caso, nonostante sia un' evento di cronaca molto importante e si tratti di un giovane ragazzo che ha perso la vita senza motivo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Perché questa assoluta indifferenza, tanto da non dedicare nemmeno un servizio in un telegiornale o un trafiletto sui quotidiani principali? Tutto questo è un vero mistero, un ragazzo viene assassinato, la cerchia dei colpevoli risulta essere molto ristretta, visto che in casa con lui in quel momento c'erano solo poche persone, esiste un indagato per omicidio volontario e nessuno ne parla, se non in qualche sporadica e isolata occasione.

L'unico indagato è in libertà

Per la morte del povero Marco Vannini c'è un unico indagato, Antonio Ciontoli, il padre della fidanzata, un militare della Repubblica Italiana indagato dalla Procura per omicidio volontario. L'uomo lo avrebbe ucciso con l'arma di ordinanza, ritrovata poi sotto il letto del figlio insieme al bossolo del proiettile sparato, a suo dire accidentalmente mentre la puliva in bagno e Marco faceva la doccia. Ma allora come mai la pistola era custodita in bagno e l'uomo la puliva con la vittima sotto la doccia? E ancora, perché Antonio Ciontoli, dopo aver condotto Marco in ospedale, tra l'altro con eccessivo ritardo, intimava al medico del Pronto Soccorso di non mettere nel referto che era stato colpito da un'arma da fuoco? Ed infine, perché l'unico indagato per omicidio volontario è ancora libero? Ci sono molte domande, ma nessuna risposta; senza dubbio un maggiore interessamento giornalistico, aiuterebbe a fare chiarezza, per cercare di rendere giustizia a questo povero giovane, al quale è stato tolto senza ragione il piacere della vita.

I migliori video del giorno

Se vuoi rimanere aggiornato sui miei articoli, oppure su questo argomento, clicca sul bottone 'Segui' vicino al mio nome ad inizio articolo.