Michele Peragallo aveva 55 anni quando scomparve 2 anni fa da Stintino, in provincia di Sassari. Michele era pensionato e la sua più grande passione era la pesca, ma perchè è sparito? Per una crisi interiore o qualcosa del genere? Il signor Peragallo era un ex poliziotto e, durante la sua attività lavorativa, ricoprì incarichi particolarmente delicati. Le cause della sua sparizione sono da ricercare nel suo passato? Lo staff di Chi l'ha visto? ha deciso di far luce sul caso ed ha intervistato un amico di Michele, il signor Antonio Sechi, il quale ha dichiarato: "Dopo due anni non riesco a trovare una causa riguardo ciò che possa essere successo, perchè è inspiegabile".

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Qualche settimana dopo la sua scomparsa, avvenuta il primo Febbraio del 2013, Michele era già stato cercato ovunque, ma con risultati purtroppo negativi, l'uomo fu cercato dappertutto: nelle macchie, negli anfratti, nelle case abbandonate, nelle insenature e negli scogli, ma di lui nessuna traccia.

Chi era Michele Peragallo?

Nonostante il tempo trascorso, di Michele non si sa nulla, rimangono di lui solo la barca e la casa. L'ex poliziotto non si era mai sposato e viveva da solo, ma chi era veramente quest'uomo? O meglio, qual'era la percezione che gli altri avevano di lui? Il suo carattere è statto descritto ai giornalisti di Rai 3 da una sua amica, Maria Luisa Vallebella, la quale ha affermato: "Era una persona molto discreta, difficile entrare nel suo privato, ma si capiva che era una persona buonissima". Il signor Sechi ha poi aggiunto: "Michele era un tipo molto taciturno, non era uno che, nel caso in cui avesse dei problemi, li esternava". L'ex fidanzata di Michele, Rita Vallebella, ha invece dichiarato: "Troppe domande, troppe richieste di attenzione nel parlare lo irritavano, questa cosa qualche volta poteva risultare anche antipatica".

I migliori video del giorno

La personalità di Michele 

L'ispettore capo della Polmare di Porto Torres, Antonello Seghene, ha detto durante un'intervista: "Dopo che è andato in pensione ha fatto dei viaggi in India ed in altre parti del mondo, si era fatto una barca, amava la pesca, insomma, aveva una serie di passatempi e di interessi che gli colmavano la giornata". Il comandante dei barracelli di Stintino, Gavino De Palmas, ha poi affermato: "Faceva sport ed aveva molti amici, quindi la sera si incontravano". E' stato chiesto in seguito, al comandante De Palmas, se Michele fosse una persona schiva o se amasse la solitudine, egli ha risposto: "No, assolutamente!". L'ex fidanzata ha poi descritto ulteriormente la personalità di Michele: "La sua connotazione era quella di stare anche da solo, possibilmente in un contesto naturale". L'ispettore Seghene ha aggiunto: "Non era una persona che potesse avere delle inimicizie, anzi, aveva un carattere buono, molto accomodante". Il comandante De Palmas ha però fatto intendere l'essere misterioso del suo amico: "Non ha mai fatto capire se avesse dei problemi".

Sembra quasi si parli di 2 personalità differenti quindi.

Svanito nel nulla

 Quel fatidico giorno di due anni fa sembrava un sabato come tanti altri, una coppia di amici passò a fargli visita, ma non lo trovarono. La porta di casa era aperta e sul tavolo c'erano diversi suoi effetti personali ed un pò di disordine in varie stanze. L'ultima volta che fu visto fu intorno alle 19:30 del primo Febbraio 2013 in una macelleria. Secondo un controllo effettuato dalle forze dell'ordine, il suo PC sarebbe stato usato tra l'1 ed il 2 Febbraio 2013 per consultare il meteo.