I militari svedesi stanno studiando i filmati del relitto girati da sub al largo delle coste ad est del Paese scandinavo. Sono stati i subacquei appartenenti alle due società di ricerche Ocean X Team ed Ixplorer, di solito dedicati a ricerche di strani oggetti sul fondo del mare, a trovare il relitto. Da quanto si osserva, dovrebbe trattarsi di un mini-sottomarino russo, a causa delle lettere in alfabeto cirillico sullo scafo.

La continua ricerca di sottomarini russi

Lo scorso anno la marina militare svedese fu impegnata in una estesa caccia ad un sospetto sommergibile russo, ed è stato solo l’ultima ricerca in tanti anni di continui sconfinamenti.

Furono impiegati un gran numero di navi ed aerei nella ricerca all’interno dell’arcipelago di Stoccolma nell’ottobre scorso, ma l’operazione non dette esiti positivi e venne conclusa dopo una settimana.

Il ministero della Difesa russo aveva però negato che fossero stati impiegati loro mezzi. L’annessione russa della penisola della Crimea a sud dell’Ucraina avvenuta lo scorso anno, ed i continui aiuti militari di Mosca ai separatisti ucraini hanno gettato benzina sul fuoco sui sospetti riguardo le intenzioni di controllo degli Stati vicini, specialmente nel Baltico.

Forse ci sono ancora corpi al suo interno

Le autorità militari svedesi affermano che è ancora presto per confermare che il relitto ritrovato sia proprio un sottomarino. Il portavoce Jesper Tengroth ha detto lunedì che ‘è meglio avere in mano prove piuttosto che speculare sul ritrovamento’ come riferito dalla Associated Press.

I migliori video del giorno

Più tardi la Ocean X ha dichiarato di aver trovato “un mini-sottomarino russo non lontano dalle coste svedesi’, aggiungendo che era lungo 20 metri e largo 3,5.

‘Non è chiaro quanto sia antico il sottomarino e da quanto tempo sia adagiato sul fondale marino, ma le lettere cirilliche sullo scafo dovrebbero indicare che sia russo’, aggiungendo inoltre che sembra ‘completamente intatto’ e con i portelli chiusi. Stefan Hogeborn di Ocean X ha inoltre detto che ha paura ci siano ancora all’interno i corpi dei marinai, in quanto non avrebbero potuto scappare dopo l’affondamento. Un esperto ha suggerito alla stampa che potrebbe trattarsi di un sottomarino russo "Сомъ" (Pesce-gatto o Cat-fish) di cui si sono perse le tracce nel 1916.