L'ennesimo nubifragio, l'ennesima alluvione. Ad essere colpita questa volta è la zona della Calabria. Nella notte scorsa, 11 agosto, un violento nubifragio si è abbattuto nella zona del cosentino, in particolare a Rossano. Molte automobili sono state trascinate via dai torrenti in piena, finendo nel lungomare Sant'Angelo. E piove ancora.

Tutte le strade isolate

L'Ansa comunica quali sono le strade più colpite, tra crolli ed isolamenti. La contrada Momena, la contrada Fossa, la contrada Pantano Martucci, la contrada Acqua del Fico, la contrada Ciminata sono isolate. Disagi anche sulla statale 106 jonica e la ex statale 177 Silana di Rossano, chiuse se non per motivi di emergenza.

Alla pioggia si è unita anche la grandine, che ha divelto i tombini causando fuoriuscita di ulteriore acqua e fango. Al momento non si segnalano morti ma la situazione è molto grave. Più di 10.000 persone infatti sono isolate e senza energia elettrica.

Unità di crisi pronta, ma oramai la crisi è perenne

Nel commissariato della zona di Rossano si è insediata l'unità di crisi, coadiuvata da due centri di raccolta e accoglienza nei due palazzetti dello sport di viale Sant'Angelo e via Candiano. Sono state attivate due linee presso gli uffici della Protezione Civile, raggiungibili allo 0983.516141 e 0983.516138. Tuttavia sempre più persone si interrogano su queste violente e sempre più frequenti catastrofi che sembrano non avere molto di naturale. A periodi di estrema siccità e caldo insopportabile seguono sempre più spesso disastri come alluvioni, nubifragi, trombe d'aria come quella che si è verificata a Civitavecchia il 10 agosto.

I migliori video del giorno

Ancora pioggia

I siti specializzati confermano che quello accaduto in  Calabria sarebbe una coda della perturbazione giunta dal nord. Addirittura l'allerta riguarderebbe la cosiddetta "burrasca di Ferragosto", attesa nei prossimi giorni. Temporali al nordovest e sugli appennini, nubifragi su Lombardia, centro, Puglia. Le temperature dovrebbero letteralmente crollare di circa 10 gradi. Niente di tutto questo sembra più naturale.

Se vuoi rimanere aggiornato sui temi che ti appassionano e ricevere tutte le mie news, clicca sul tasto SEGUI che vedi in alto accanto al mio nome.