A Caltanissetta, una ventenne è stata aggredita e morsa a una gamba da un "Pitbull" sfuggito alla sorveglianza del proprietario. L'episodio si è verificato nel pomeriggio di ieri in un'area condominiale di via Ettore Romangnoli, a breve distanza dalla più nota via Libertà, sede del Palazzo di Giustizia. Sul posto sono intervenuti prontamente gli agenti della sezione Volanti, dopo una segnalazione giunta al 113. Ai poliziotti, la malcapitata ha dichiarato che poco prima aveva vissuto interminabili momenti di panico: mentre si trovava in compagnia di un'altra donna insieme ai figli, si era trovata dinanzi a diversi cani ringhianti, complessivamente tre, uno dei quali riusciva ad azzannarla. Dopo l'aggressione, gli animali si allontanavano in direzione delle campagne vicine.

Le ricerche dei cani hanno dato esito negativo

Successivamente è arrivato il proprietario dei "Pitbull". L'uomo ha dichiarato ai poliziotti che i tre cani - di età compresa tra i 4 mesi e un anno, uno nero, gli altri di colore marrone - avevano lasciato l'area in cui erano custoditi, con tanto di recinzione. Tutt'altro che facili le ricerche degli animali - sprovvisti di microchip e certificazione medica - avviate anche dalla polizia per scongiurare il rischio di altre aggressioni. Le perlustrazioni, portate a termine in tutta la zona, non hanno dato esito positivo.

Il proprietario rischia pesanti sanzioni

Ora la polizia sta valutando la posizione del proprietario dei cani, che rischia pesanti sanzioni di natura amministrativa. La donna ferita si è riservata di recarsi in ospedale e, inoltre, di presentare querela per l'accaduto.

I migliori video del giorno

Evidentemente l'episodio non ha nulla a che vedere con il randagismo, trattandosi di cani di proprietà, seppure senza l'obbligatorio microchip, un circuito integrato che si applica nel tessuto sottocutaneo dell'animale per l'identificazione degli stessi. Si tratta di uno strumento utile nei casi di smarrimento e rapimento, e spesso si rivela determinante nelle vicende in cui si verifica un contenzioso sulla proprietà di cani e gatti.