Sono giunte al loro triste epilogo le indagini relative alla morte di Eligia Ardita, l'infermiera di 35 anni deceduta lo scorso 19 gennaio nella sua abitazione di via Calatabiano a Siracusa. La donna si trovava all'ottavo mese di gravidanza e portava in grembo una bambina, che avrebbe dovuto chiamarsi Giulia, ma che purtroppo non ha mai visto la luce del sole. In un primo momento si era parlato di un caso di malasanità, come affermato da Christian Leonardi, il marito di Eligia, che aveva dichiarato che la moglie si era sentita male e che lui nulla aveva potuto fare per soccorrerla.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Ma la famiglia Ardita aveva da sempre puntato il dito su di lui e non si sbagliava. Lo scorso 19 settembre, Christian ha confessato di avere ucciso Eligia in seguito ad un brutto diverbio che ha portato ad una colluttazione, probabilmente l'ennesima di un turbolento matrimonio.

Omicidio Eligia Ardita: a Mattino Cinque, la sorella Luisa ha raccontato i dettagli

Luisa Ardita era presente alla puntata di oggi 21 settembre di Mattino Cinque, nella quale, assieme alla madre in collegamento da Siracusa, ha raccontato i dettagli della confessione di Christian Leonardi. L'uomo si è sentito sotto pressione in seguito ai rilievi effettuati dai Ris di Messina nella sua abitazione e ha cominciato a vacillare. A quel punto sono intervenuti il suo legale Aldo Scuderi e il fratello Pierpaolo (intervistato, a viso oscurato, da Mattino Cinque) che con molta fatica sono riusciti ad indurlo a confessare. Christian, accompagnato da Pierpaolo e dall'avvocato, è stato poi portato dai Carabinieri dove ha raccontato la sua versione dei fatti. Quella sera del 19 gennaio, dopo che i suoceri se n'erano andati, lui ed Eligia hanno litigato perché lei non voleva che Christian uscisse ancora con gli amici.

I migliori video del giorno

Ne è conseguita una terribile discussione, degenerata in schiaffi, fino al vomito (trovato dai Ris nei muri della casa) causato dal trauma cranico e poi al definitivo arresto cardiaco. 'A quel punto Christian avrebbe dovuto chiamare subito i soccorsi, si poteva salvare almeno Giulia', sono state le parole di Luisa Ardita intervistata da Federica Panicucci. Ma così non è stato e Leonardi ha preferito riporre la defunta moglie sul letto cercando di pulire per bene la scena del crimine. 'Si è così trasformato in un vero mostro': è questa l'opinione sia della famiglia Ardita che di Pierpaolo Leonardi, che ora piangono insieme la morte di Eligia e della piccola Giulia.