Sono arrivate in queste ore alcune interessanti novità per la circolazione dei veicoli, con l'aula della Camera dei Deputati che ha approvato il disegno di legge riguardante il nuovo reato di omicidio stradale e lesioni stradali. Un notevole passo in avanti, aspettando che anche il Senato faccia lo stesso, infatti per la fine dell'anno dovrebbe essere approvata in via definitiva la legge. Il nuovo reato che verrà così introdotto nel nostro codice penale prevedendo sanzioni maggiori per chi causa un incidente stradale. La riforma prevede il reato di omicidio stradale a carattere colposo, ossia che può verificarsi anche in assenza di una reale volontà nel determinare l'evento, prevedendo pene più alte.

Cosa cambia con l'entrata in vigore della nuova legge

Con l'entrata in vigore della nuova norma, si prevede un netto aumento della pena quando il conducente commette gravi infrazioni al codice della strada. I casi più lampanti sono: la guida in stato di ebbrezza fino a 1,5 grammi per litro, la velocità elevata, il passaggio con il rosso, la circolazione contromano, l'invasione della corsia opposta in prossimità di curve, il sorpasso in zone vietate ed effettuato in maniera pericolosa per chi arriva dall'altro lato della carreggiata, in queste situazioni la pena passerà da 5 a 10 anni.

Per i casi ancora più gravi come: guida in stato di ebbrezza grave (ossia quando si supera il livello dell'1,5 grammi per litro) e per chi guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti si prevede una pena aumentata da 8 a 12 anni ed inoltre l'obbligo dell'arresto in flagranza di reato. Altre aggravanti sono previste qualore il conducente guidi con patente revocata o sospesa, oppure in caso di fuga: con una pena maggiorata che passa da 1/3 a 2/3.

I migliori video del giorno

Un ulteriore aumento della pena è previsto nel caso in cui vi siano più morti o feriti, fino ad arrivare ad un triplo della pena iniziale. Ovviamente si applicherà una riduzione della pena, qualora ci sia un concorso di colpa da parte della vittima.

Il reato autonomo di lesioni stradali

Questo reato si configura allorchè a seguito dell'incidente stradale fortunatamente il danneggiato riporta lesioni personali gravi, in tal caso viene previsto un reato autonomo di lesioni personali stradali. La fattispecie si divide in: lesioni gravi con una pena che va da tre mesi ad un anno e lesioni gravissime che vanno da uno a tre anni. La pena sarà aggravata nel caso di guida in stato di ebbrezza grave o sotto l'effetto di droga andando da 3 a 5 anni per le lesioni gravi e da 4 a 7 anni per quelle gravissime.

Inoltre in caso di condanna o patteggiamento per omicidio o lesioni stradali è prevista la revoca della patente. Sarà possibile conseguire una nuova patente solo dopo 15 anni in caso di omicidio e 5 anni in caso di lesioni. La sospensione si riduce a 10 anni se c'è anche colpa da parte della vittima, sale a 20 se il conducente era stato già condannato per guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di droga, mentre in caso di fuga si può arrivare fino a 30 anni per poter conseguire nuovamente la patente di guida.