Elisa, 11 anni appena, aveva una grande passione per i Libri: ne leggeva tantissimi, non solo quelli per bambini, ma anche testi più difficili, a volte in lingue diverse dall’italiano. Sosteneva convinta che "leggere fa crescere e apre la mente", quindi non era mai soddisfatta, si "nutriva" di libri e ne cercava sempre di nuovi, tanto che a un certo punto, notando che la biblioteca della sua scuola era poco fornita, insieme al suo papà aveva riempito quelle mensole vuote. Purtroppo Elisa è scomparsa il 5 ottobre per una grave malattia.

È stata una leucemia ad uccidere questa bimba che amava leggere

Li raccoglieva per la biblioteca dell'istituto comprensivo Motta Camastra, la scuola di Rocca Cencia, dove frequentava la prima media, forse perché voleva che anche le menti degli altri bimbi crescessero. Troppo pochi però, i giorni nella sua nuova classe, troppo poco il tempo per conoscere i nuovi compagni. Un malore improvviso, di corsa in ospedale e poi il responso dei medici: coma irreversibile. I suoi genitori hanno deciso di staccare la spina ma, nonostante il dolore atroce, insieme ai suoi fratelli - un bimbo di 9 anni e due gemelline di 8 - hanno deciso di lanciare l’iniziativa "Dona un libro per Elisa" e ora raccolgono testi usati e nuovi che poi consegnano alla scuola media della figlia, perché "le menti degli altri bambini crescano".

I libri sono arrivati a centinaia da tutta Roma, dal frusinate, da Avellino e perfino dall’estero: grazie a Facebook, la voce si sparge velocissimasulla pagina creata appositamente dal papà, che non chiede soldi, ma desidera che ogni testo donato porti una dedica per Elisa, la bambina che amava tanto i libri.

L'amore per i libri si trasmetterà ai compagni di scuola di Elisa

Ogni volta che ne prenderanno uno in mano, le loro menti si apriranno, cresceranno e, chissà, contageranno altri con la loro passione: il suo sogno. Perché un libro non è solo un insieme di pagine da cui imparare qualcosa, o un semplice passatempo per alleviare la noia; un libro è anche conforto, cura, nutrimento.

È un amico fedele che non ci tradirà mai, sempre presente nei momenti di tristezza e solitudine, terapia per i disagi emotivi ed affettivi, può ampliare lo spazio interiore, aiutare a ritrovare l'equilibrio spirituale, fungere da sostegno a cui aggrapparsi durante le tempeste emotive.

Un percorso mentale che porta a immedesimarsi, a paragonare le vicende dei protagonisti con le proprie, traendone a volte "illuminanti" spunti di riflessione. In pratica, un libro è la chiave che consente di arrivare alla propria interiorità, risvegliandola.