Come avrete sentito dai vari notiziari, Bruxelles è ancora asserragliata esattamente come Parigi, tanto è vero che negozi, ristoranti e metropolitana, rimangono chiusi per allarme terrorismo, tanto da portare il livello di allerta a 4. L'Isis continua imperterrito a minacciare tutta l'Europa, tra cui l'Italia, si parla addirittura di attacchi con i droni e con le armi chimiche. Ma quali sono i reali rischi per tutti noi?

Isis: Allerta dell'Intelligence USA

In base alle informazioni raccolte dal Pentagono, pare che lo Stato Islamico di Abou Bakr al-Baghdadi, sia in possesso di numerosi droni. L'ultimo resoconto è quello più inquietante per l'Italia, poiché ben due droni da guerra si troverebbero attualmente nell'area di Sirte, ovvero nella Libia dove si riscontrano le forze armate che come punto di riferimento hanno proprio l'Isis.

Per questo motivo, potrebbero essere indirizzati su Roma oppure su qualsiasi altra città italiana. Pertanto il prefetto di Roma Franco Gabrielli, alquanto preoccupato, ha dichiarato di voler ampliare la 'no fly zone' nel corso del Giubileo. Inoltre, c'è da aggiungere che i servizi segreti hanno reputato credibile un video da parte dell'Isis che riportava come titolo 'Parigi prima di Roma'.

Rischio Armi Batteriologiche

Tuttavia un'altra minaccia incombe sull'Italia: ci stiamo riferendo alle armi chimiche dell'Isis che si troverebbero non lontano dal nostro paese. Uno degli esperti per eccellenza di strategia geopolitica e militare, il generale Carlo Jean, ha proferito che nei depositi di armi di Gheddafi si trovavano parecchie armi batteriologiche probabilmente deteriorate che, ciò nonostante, potrebbero rappresentare un grave pericolo nelle mani degli attentatori, anche per il fatto che hanno dato prova di possedere grandi capacità sotto il profilo tecnologico.

I migliori video del giorno

In fondo alla news potrete trovare un messaggio di Renzi dopo l'attentato di Parigi; per rimanere aggiornati sull'argomento Isis e attentati, cliccate il pulsante 'Segui' in alto a destra vicino al nome dell'autore.