Prime pagine dei giornali di tutto il mondo per l’Isis in queste ore. L’ultima notizia è quella dell’uccisione di Jihadi John, il boia dell’Isis apparso nei mesi scorsi in numerosi video che precedono l’esecuzione degli ostaggi in mano al sedicente califfato. La breaking news di Jihadi John morto campeggia su televisioni mondiali e quotidiani web di tutto il mondo e arriva dagli Stati Uniti. Il boia sarebbe stato ucciso da un drone americano che ha condotto un raid in Siria nei pressi della città di Raqqa. Sono in corso le verifiche per accertare se l’obiettivo è stato realmente ucciso dal drone.

Raid Usa: Jihadi John morto

Intanto dal Pentagono, quartier generale della Difesa degli Stati Uniti, arriva la conferma per bocca del portavoce Peter Cook che l’obiettivo dell’attacco americano a Raqqa era quello di colpire il boia Jihadi John.

La Cnn, il più noto network americano, riferisce che un ufficiale americano ha raccontato in via confidenziale al canale all news che l’attacco del drone ha ucciso il boia mentre dal Pentagono la notizia non è ancora stata confermata.

Secondo quanto ha raccontato sempre alla Cnn un altro funzionario americano al momento dell’attacco del drone il boia era all’interno di un veicolo con altri componenti di un gruppo terroristico soprannominato i “Beatles”, nome che rimanda alle loro origini britanniche. I bombardamenti in Siria delle forze occidentali sono in atto già da diverso tempo e in particolare nella zona di Raqqa.

Uccisione boia Isis: chi è Jihadi John

Il boia dell’Isis ucciso oggi chiamato Jihadi John è un cittadino britannico. Il suo vero nome è Mohamed Emwazi. Nato nel 1988 in Kuwait Emwazi si trasferì con la sua famiglia in Inghilterra dall’età di sei anni.

I migliori video del giorno

Il pubblico di tutto il mondo ha iniziato a conoscere l'inquietante Jihadi John dopo la diffusione sul web e in tv dei video delle macabre uccisioni degli ostaggi a partire dal fotoreporter americano James Foley, primo ostaggiato decapitato ufficialmente da Jihadi John e più in generale dall'Isis. Dopo l'esecuzione di Foley ne arrivano tante altre tutte documentate da video in cui il boia appare sempre con una tunica nera, stivali e un cappuccio nero con una piccola fessura che lascia scoperti gi occhi. Ed è da questo indizio degli occhi e dal suo accento tipicamente inglese che l'intelligence di tutto il mondo ha iniziato a risalire all'identità di Jihadi John, scoperta poi nell'inverno di quest'anno.