Annuncio
Annuncio

Mentre proseguono le indagini sulla morte dell'insegnante di francese Gloria Rosboch si apprende che il padre di Gabriele DeFilippi ha preso una posizione netta nei confronti di suo figlio, in quanto ha deciso che non andrà a trovarlo in carcere. Tra padre e figlio è gelo totale. Il 22enne Gabriele DeFilippi - ragazzo che ha evidenziato una personalità particolarmente complessa - è accusato della morte di Gloria Rosboch, una sua ex insegnante che, secondo i rilievi autoptici è deceduta per strangolamento.

Il ragazzo è attualmente in carcere. Stessa sorte al suo ambiguo amante-amico Roberto Obert. I due si autoaccusano del delitto, ma una ex compagna di DeFilippi, di nome Sofia Sabou, ha rivelato, seppure tardivamente, che Gabriele le aveva detto che Obert aveva intenzione di assassinare Gloria Rosboch.

Advertisement

Quest'ultima aveva consegnato al suo ex allievo una cospicua somma e cioè 187mila Euro.

La denuncia

Avendo successivamente compreso che il giovane non aveva intenzione di utilizzarli come promesso, cioè investendoli in un'attività in Costa Azzurra, alla Rosboch non era rimasto che denunciare Gabriele. Un collega di "Quarto grado", popolare trasmissione tv, è riuscito ad intervistare il padre di Gabriele, apparso comprensibilmente scosso dalla tragica vicenda. "Soltanto il signore, quello che sta lassù, e la giustizia possono giudicare ciò che ha fatto mio figlio…”, ha detto l’uomo, che ha aggiunto di non avere, almeno per il momento, alcuna intenzione di recarsi in visita al figlio in carcere.

Una vicenda traumatica

Evidentemente il padre di Gabriele DeFilippi ha bisogno di tempo per metabolizzare quanto accaduto.

Advertisement
I migliori video del giorno

"Che cosa le risolvo nella vita se vado trovarlo? Cosa le risolvo, mi spieghi?”, ha concluso il signor DeFilippi, parlando col giornalista di Quarto Grado. In questa vicenda rimane poi da chiarire meglio il ruolo di Efisia Rossignoli, 45enne che cercò di contattare Gabriele per undici volte il giorno del delitto. La donna si sarebbe spacciata per un funzionario di banca allo scopo di rassicurare Gloria Rosboch circa l'impiego del suo denaro. Nelle prossime settimane ne sapremo di più, anche perché è in programma un confronto tra Obert e DeFilippi davanti ai magistrati.