Annuncio
Annuncio

L'ISIS starebbe organizzando un nuovo attacco terroristico in occasione delle celebrazioni della Giornata Mondiale della Gioventù del 19 maggio. La notizia inquietante è stata riferita dai servizi segreti turchi, secondo quanto fatto sapere da fonti locali e riportato su "Rai News". Gli agenti dell'intelligence turca hanno dichiarato che almeno dieci miliziani dell'autoproclamato Stato Islamico sono entrati nel paese, passando dalla provincia di Gaziantep.

Secondo i servizi segreti della Turchia l'obiettivo dei dieci guerriglieri dell'ISIS sarebbe quello di compiere diversi attentati terroristici nelle zone metropolitane, specialmente della capitale Ankara.

Inoltre, secondo gli 007 turchi nel mirino degli estremisti islamisti vi è anche il mausoleo di Ataturk, il fondatore nonché presidente dello stato repubblicano turco.

L'allarme dell'Europol per gli Europei di calcio in Francia

Oltre alla Turchia, c'è da segnalare che nei giorni scorsi si è parlato del rischio di nuovi attacchi terroristici dell'Isis anche in Francia.

Advertisement

Secondo l'Europol i miliziani dell'autoproclamato Califfato avrebbero intenzione di pianificare degli attentati in occasione dell'inizio degli Europei di calcio del 2016, manifestazione sportiva che si terrà proprio in Francia dal 10 giugno al 10 luglio.

Inoltre, lo stesso presidente dell'agenzia europea Rob Wainwright ha sostenuto che sulla vicenda c'è "grande preoccupazione" e indubbiamente l'allarme non è assolutamente da sottovalutare, tenendo anche conto del fatto che la stessa Francia è stata già due volte nel mirino dei guerriglieri dell'Isis.

La nuova strategia terroristica dell'Isis

Da diverso tempo l'ISIS ha intrapreso un nuovo tipo di strategia terroristica nella guerra "santa" che sostiene di combattere contro i "crociati" occidentali e/o i nemici "infedeli".

Difatti, mentre nei primi tempi i miliziani dello Stato Islamico si "limitavano" a compiere attacchi nel Medio Oriente e in Nord Africa, da Parigi in poi il gruppo sta puntando sempre più in alto e mira a colpire l'Europa, attraverso l'azione delle "cellule dormienti" e/o "lupi solitari".

Advertisement
I migliori video del giorno

Inoltre, l'ISIS punterebbe anche a "disgregare" la stessa Europa tramite la radicalizzazione e l'infiltrazione, come spiegato dal procuratore antimafia italiano Franco Roberti, nell'ambito dei flussi migratori di massa così come con l'utilizzo di traffico di armi e di droga, quest'ultimo aspetto già segnalato da Roberto Saviano.