Ancora non è chiaro chi abbia sganciato le bombe che hanno distrutto l'Ospedale pediatrico di Idlib in Siria, l'unica cosa certa è che l'obbiettivo è stato studiato con freddezza per distruggere il più grande centro di maternità della zona. A denunciare il fatto è la stessa Save the Children che comunica la terribile notizia tramite un tweet, notizia riportata immediatamente dalla Bbc.

Colpito l'Ospedale di Idlib gestito da Save the Children

All'interno dell'Ospedale di Idlib vengono effettuati più di 300 parti al giorno ed è l'unico centro di maternità nel giro di 110 chilometri.

Pazienti e Medici hanno perso la vita nel raid aereo avvenuto oggi su quello che è e deve essere un luogo di nascita e non di morte.La Clinica ostetrica di Idlib è gestita da Save the Children, organizzazione mondiale non governativa che ha sede a Londra e si occupa di salvaguardare la vita e la salute di madri e bambini in tutto il mondo.

Cessate il fuoco

Solo pochi giorni fa la stessa organizzazione aveva chiesto un aiuto concreto per la zona di Nord ovest della Siria in cui migliaia di bambini ad Aleppo si trovano in pericolo di vita a causa dei continui bombardamenti e della carenza di cibo, acqua e assistenza sanitaria. La città di Idlib è devastata dai continui attacchi aerei che costringono le famiglie a fuggire dalle loro case e impediscono agli aiuti umanitari di arrivare fino a loro.

Martedì scorso la Siria Support Group International si è riunita a Ginevra e Save the Children ha chiesto il cessate il fuoco immediato e il libero accesso agli aiuti umanitari. Appello che, evidentemente, non è stato ascoltato.

Donne e bambini in grave pericolo

Sono 300.000 le persone sotto assedio nella zona, di cui il 60% donne e bambini.

Si necessità urgentemente diacqua, pane, frutta, verdura, carburante e medicinali. Questa settimana un attacco aereo ha colpito un magazzino di Save the Children danneggiando le forniture alimentari destinate a 10.000 famiglie.

Ospedali, scuole ed altre infrastrutture vengono attaccate indiscriminatamente, la scorsa settimana ben nove strutture mediche sono state colpite ad Aleppo ed Idlib.Il Laboratorio medico di Idlib in cui vi era l'unica TAC della città, è stata gravemente danneggiata.

L'Ospedale pediatrico di Aleppo bombardatoe chiuso, ambulanze danneggiate ed ora anche l'Ospedale di Idlib. l'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, ha riferito che la struttura ospedaliera ha subito danni tali da renderla quasi totalmente inagibile.