È una storia di degrado e ha come protagonista un piccolo paese della provincia di Avellino. Al centro della vicenda ci sono itopi di fogna(vedi foto scattata da Erminio Merola, giornalista pubblicista e residente a Grottaminarda). La vicenda va avanti da un mese e il problema ha ormai assunto toni apocalittici.

La segnalazione

Di sera questi odiosi animali, il cui contatto può provocare violente infezioni tra le quali la temibile salmonellosi, si aggirano indisturbati per le vie del centro cittadino e a volte si intrufolanoanche nelle abitazioni private. Alcuni vicini, residenti in Corso Vittorio Veneto, sono addirittura stati costretti a trasferirsi per tutelare la salute dei propri figli (il nome delle persone interessate è riservato per tutelarne la privacy).

Chi scrive, insieme ad altri residenti, nelle scorse settimane si è anche autonomamente attivato per tentare di porre rimedio all'assedio dei ratti. Con richieste telefoniche al Sindaco di Grottaminarda e durante incontri presso l'Azienda Sanitaria Locale è stata manifestata l'urgenza e necessitàdi interventi di derattizzazione e disinfestazione. Inoltre, sarebbe utile predisporre una manutenzione ordinaria e straordinaria delle fogne,da cui abbiamo visto uscire i topi. Seguendo l'esempio della vicenda romanapossiamo anticipare che, nel caso in cui la proliferazione dei topi non dovesse cessare, verrà realizzato e divulgatoaltro materiale audio-visivo da affiancare alla foto già scattata sui marciapiedi del centro cittadino.

Intanto gli amministratori bacchettano i cittadini

Dopo le pressanti richieste e sollecitazioni, non si è fatta attendere la replica dell’Amministrazione Comunale. Con un comunicato affisso sulle bacheche cittadine, l’Assessore delegato ha divulgato le azioni svolte dal Comune di concerto con l’Azienda Sanitaria.

“In data 20 luglio 2016 -si legge neldocumentoallegato- l’Asl Avellino a mezzo di ditte incaricate ha proceduto al periodico intervento di disinfestazione e derattizzazione. Al fine di verificare la corretta esecuzione degli interventi programmati dall'Asl Avellino il dott. Marcantonio Spera, Assessore delegato all'Ambiente, ha seguito per tutto il percorso la ditta incaricata.

Sentite le precisazioni della cittadinanza secondo le quali, nonostante gli interventi di derattizzazione appena eseguiti, numerosi ratti erano stati avvistati nelle zone centrali della cittadina”. Si è quindi deciso di correre ai ripari. L'amministratore, dopo tale precisazione erifacendosi all'ordinanza dell'ex commissario di Roma, Francesco Paolo Tronca,ha predisposto norme di comportamento più rigide per i cittadini. Da qui l’invito e il monito a “depositare la frazione dell’umido solo ed esclusivamente in buste ben chiuse in qualsiasi recipiente a tenuta o di utilizzare gli appositi contenitori forniti dalla ditta incaricata della raccolta dei rifiuti”.Al momento nessuna presa di posizione ufficiale da parte delle opposizioni consiliari.

Segui la nostra pagina Facebook!