Si è conclusa a Napoli una operazione antidroga. Nell'operazione portata a termine dal Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli, nell'ambito di una serie di indagini condotte dalla Direzione Distrettuale Antimafia, oltre a colpire unaun’associazione camorristica dedita al traffico internazionale di cocaina, sono stati sequestrati beni per svariati milioni di euro. Tra i beni sequestrati ci sono due opere del maestro Vincent Van Gogh.

I dipinti ritrovati

I quadrierano stati rubati anni fa, precisamente il 7 dicembre 2002, dalVan Gogh Museuum di Amsterdam. Le due opere ritrovate sono considerate di valore inestimabile.

Si tratta di due dipinti detti "La chiesa riformata di Neunen" del 1885 e "Vista dalla spiaggia di Scheveningen" del 1882.Le due opere sono rispettivamente di un formato 41 per 32 centimetri e 34 per 51 e pare fossero custodite in una cassaforte degli indagati.

Il museo Van Gogh

Il Van Gogh Museeum di Amsterdam è un moderno complesso mueseale aperto nel 1973 e poi ampliato con un'ala nuova terminata nel 1999. Il progetto dell'edificio principale fu di Gerrit Rietveld, l'ultima parte invece venne progettata dall'architettoKisho Kurokawa. Il museo ospita una ricca collezione di capolavori, tra cui spiccano alcune opere del maestro olandese Vincent Van Gogh come "I mangiatori di patate", "I girasoli", "Mandorlo in fiore" e "Il seminatore".

Ora certamente nel più breve tempo possibile verranno restituite anche le due tele recuperate dalle Forze dell'Ordine italiane a Napoli.

Il furto del 2002

Il furto avvenne nelle prime ore del mattino, erano all'incirca le 8 quando i ladri si calarono dal tetto senza far scattare nessun allarme. Dopo aver raggiunto la sala in cui i quadri erano esposti, prelevarono le due tele e scomparvero senza lasciare traccia. Circa un anno dopo vennero arrestati dei sospettati, accusati del furto, ma senza recuperare alcuna refurtiva.

Le opere d'arte perdute

Le due tele di Van Gogh erano inserite nello speciale elenco internazionale delle "Opere d'Arte perdute". Si tratta di tesori di cui si ha certezza della passata esistenza ma che oggi risultano distrutte, rubate o scomparse. Nell'elenco si trova "Il ritratto di giovane uomo" di Raffaello, una "Natività" di Caravaggio, il "Cristo nella tempesta" di Rembrandt, il "Vaso con lychnis" di Van Gogh e tanti altri.

Segui la nostra pagina Facebook!