Si chiama Michael Orchard il 43enne americano protagonista di questa storia a dir poco incredibile che, oltre a farlo salire alla ribalta delle cronache mondiali in questi ultimi giorni, gli è costata l'arresto immediato, motivato dalle gravi accuse di violazione di domicilio e furto con scasso. Un quadro giudiziario complicato che Orchard si troverà a dover affrontare in tribunale, dove dovrà spiegare alla corte cosa lo ha spinto a fare irruzione nella casa dei vicini, prelevare il loro cane ed attendere l'arrivo dei soccorsi fuori dall' abitazione in compagnia dell'animale.

L'incendio immaginario

L'incredibile vicenda si è verificata nel quartiere residenziale di Halfmoon (NY), quando i vicini di Michael Orchard hanno visto l'uomo irrompere a bordo di un' autovettura nel loro giardino, scendere dalla macchina ed introdursi rapidamente nell'abitazione passando da una finestra, un insolito comportamento che li ha allertati al punto di farli fuggire e costringerli a chiamare la polizia.

L'intento di Orchard però, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, era tutt'altro che motivato da cattive intenzioni: una volta dentro l'appartamento l'uomo si è infatti  preoccupato unicamente di prelevare il cane dei vicini e portarlo fuori dall'abitazione, dove pochi minuti dopo sono giunte le forze dell'ordine chiamate in precedenza. Interrogato istantaneamente dagli agenti il 43enne ha spiegato di aver salvato il cane dalle fiamme scaturite dall' incendio che stava devastando l'abitazione alle sue spalle, un rogo esistito solo ed unicamente nella mente dell'uomo che, qualche ora più tardi – una volta recuperata la lucidità mentale – ha ammesso di aver fatto uso di LSD, sostanza proibita che in dosi massicce può causare allucinazioni talmente nitide da sembrare reali in tutto e per tutto, almeno agli occhi di chi ha assunto la sostanza.

I migliori video del giorno

Successivamente altri abitanti della zona hanno raccontato agli investigatori di aver visto e sentito Michael Orchard correre avanti e indietro e urlare a gran voce per allertare il vicinato del pericolo scaturito da questo rogo immaginario. In pochi giorni la notizia ha – comprensibilmente – già fatto il giro del mondo, suscitando enorme ilarità.