Stava provando la sua moto da cross nella pista “Sergio Bruschi” di Tempio quando, ieri mattina, un giovanissimo tempiese di 14 anni, M.G., ha peso il controllo del mezzo ed è caduto rovinosamente a terra ferendosi gravemente. Immediatamente soccorso dai medici del 118, il giovane è stato stabilizzato e poi trasferito con urgenza nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Civile di Sassari. Fino alla tarda serata di ieri le sue condizioni erano abbastanza critiche tanto che i medici non hanno sciolto la prognosi considerando il forte trauma toracico che il povero M.G.

ha subito nella caduta.

C’è voluto addirittura l’intervento di un elicottero dei Vigili del Fuoco per trasportare il ragazzo nel nosocomio sassarese dopo che è stato stabilizzato dagli specialisti del 118. Sul tragico incidente indagano i Carabinieri della Compagnia di Tempio che avranno il delicato compito di ricostruire come in realtà siano andate le cose.

Tragica fatalità?

Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli investigatori dell’Arma, l’incidente sarebbe accaduto tra le 17 e le 17.30 di ieri sera, sabato. Il giovanissimo, che appartiene al "Moto Club Città di Tempio” si stava allenando nel crossodromo a pochi passi dal paese insieme ad altri suoi compagni di avventura. Oggi, domenica, ci sarebbe infatti dovuta correre a Padru la nona prova del Campionato sardo di motociclismo.

Gara a cui il 14enne avrebbe dovuto partecipare.

Durante l’allenamento, provato e riprovato mille volte, è accaduto il peggio. Forse una distrazione, un malore, probabilmente una tragica fatalità. Questo è ancora oggetto d’indagini. L’unica certezza è che il giovanissimo è caduto rovinosamente a terra e le sue condizioni sono subito apparse gravissime agli occhi di chi per primo gli ha prestato soccorso.

Nella pista da cross si è scatenato il panico. Tanti altri suoi coetanei motociclisti si sono fermati dopo aver capito che la situazione era seria, in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

I precedenti al crossodromo

Nel lontano 2006, dieci anni fa, il “Sergio Bruschi” di Tempio era stato teatro di un tragico incidente che era costato la vita a un giovanissimo pilota, Federico Pinna, originario di Seneghe che dopo essere caduto dalla sua moto era stato rovinosamente travolto da un’altra due ruote che non era riuscita ad evitarlo. Il giovane era morto qualche ora più tardi in un reparto dell’Ospedale San Francesco di Nuoro.