L'Italia continua a tremare, il Terremoto di questa mattina è stato tra i più forti dell'ultimo periodo. La scossa è stata avvertita in molte zone del Centro Italia attorno alle 7:41.  

'Una scossa terribile'

Dopo lo sciame sismico di ieri sul Tirreno, secondo le prime informazioni diffuse dalla protezione civile, la scossa di oggi è stata di 6.1 di magnitudo tra Perugia e Macerata ricalcolata successivamente in 6.5.  L'epicentro dell'ultimo sisma è stato tra Norcia, Preci e Castel Sant'Angelo sul Nera a 10 chilometri di profondità.  Inizialmente si era diffusa la notizia di una scossa addirittura superiore ai 7 di magnitudo, ma in realtà è stata leggermente inferiore, ma comunque fortissima.

Le prime testimonianze: crolli e bare fuori dai cimiteri 

'Non abbiamo mai vista una cosa del genere' riferiscono i tanti abitanti che si sono riversati in strada in Umbria e nel Lazio. La scossa sarebbe stata avvertita anche a Roma e a Firenze e, in maniera minore, anche a Bolzano e in Puglia.

'Io stavo guidando e la scossa mi ha fatto spostare l'auto verso un muro' ha raccontato un testimone a Sky Tg 24. In Umbria, nelle zone già colpite dal terremoto, si è alzata una nebbia dovuta proprio ai crolli. Tantissima la gente che si è riversata in strada e nelle principali città colpite dal sisma insieme alle poche cose rimaste e ai propri animali. In molti si sono messi fuori a pregare insieme alle suore e ai frati usciti dalle chiese. Drammatiche le immagini mostrate dalle tv che hanno diffuso, fuori dai cimiteri, le bare fuori nelle strade, mentre le ambulanze continuano a muoversi in direzione dei luoghi colpiti dal sisma.

I migliori video del giorno

'Qui si è aperta la terra' ha riferito Mario Falcucci, sindaco di Castel Sant'Angelo sul Nera. 

Il presidente del Consiglio in contatto con la Protezione Civile 

'Ci sono crolli ovunque, stiamo cercando di capire se ci sono persone sotto le macerie nell'entroterra del Maceratese' fanno sapere dalla Protezione Civile. Il presidente Fabrizio Curcio si è messo i contatto con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Le scosse stanno continuando ininterrotte: per fare un bilancio per il terremoto di questa mattina ci vorrà ancora del tempo.