Donald Trump sarà il 45mo Presidente degli Stati Uniti d'America. Contro ogni previsione, il Tycoon più famoso e contestato degli Stati Uniti è in netto vantaggio sulla candidata democratica hillary clinton, e sembra dunque avviarsi verso la Casa Bianca.

Dopo Barack, Donald Trump

Da Barack Obama a Donald Trump, ma cos'è successo negli Stati Uniti d'America? Il giorno dopo il voto, davanti a risultati così netti e schiaccianti l'America - ed insieme ad essa il mondo intero - s'interroga sui risultati elettorali, che ora vanno interpretati e compresi.

C'è chi dice che il voto a Trump è soprattutto un voto di protesta, contro non tanto la presenza di una donna come candidata, quanto quella donna - Hillary Clinton - che di scivoloni in passato ne ha fatti tanti, ma che suscita poca fiducia.

In tanti per ora specialmente sui social network stanno paragonando il voto americano a quello referendario della Brexit. Molti americani hanno la paura, sarebbe meglio dire il terrore del terrorismo dell'Isis, della crescente immigrazione derivante dal Messico, ma soprattutto da un'economia che di fatto non è mai arrivata a crescere per come Obama aveva assicurato.

La reazione dei mercati

Ci sono già le prime reazioni delle Piazze Affari, in particolar modo quelle asiatiche che hanno aperto con forte ribasso; sul fronte economico si registra inoltre l'inevitabile crollo del dollaro e conseguente aumento dell'oro, considerato da sempre bene rifugio in momenti di grande incertezza politica.

Gli americani dunque hanno optato per una leader chiara, netta, diretta e soprattutto forte.

Saranno messe in atto tutte le promesse fatte dal Tycoon in campagna elettorale ad esempio su immigrazione e lotta al terrorismo? Questo è sicuramente ciò che si domandano in tanti in questo momento.

Intanto, se le dichiarazioni ufficiali sul voto americano stentano comprensibilmente ad arrivare da parte dei principali leader internazionali, da un lato è certo che invece già si festeggia invece nella Russia di Putin, così come in Nord Corea.

Ed è specialmente dalla Russia che recentemente sono arrivati negli Stati Uniti degli attacchi informatici, tali da iniziare una vera e proprio guerra informatica tra i due Paesi.

Segui la nostra pagina Facebook!