Il famoso imprenditore italiano Lapo Eljan, parte della famiglia che guida la Juventus ormai da generazioni, è stato arrestato a New York e subito dopo rilasciato. Famoso per essere uno dei più grandi imprenditori italiani, Lapo non fa mai mancare alla stampa materiale su cui scrivere. L'ultima bravata poche ore fa, il nipote del compianto Gianni Agnelli avrebbe apparentemente simulato un sequestro della propria persona per ottenere un risarcimento da parte della sua famiglia che gli sarebbe poi servito per saldare le bravate della nottata prima. Ebbene si, secondo diverse agenzie statunitensi, Elkann è partito per New York il giorno del Ringraziamento e come antipasto ha organizzato una festicciola con un amico.

Poche ore dopo, lo stesso Lapo ha contattato la famiglia dichiarando di essere stato prelevato contro la propria volontà da tizi sconosciuti i quali avrebbero chiesto un risarcimento per la propria liberazione.

Nuovamente nei guai con la giustizia

Tutte le testate giornalistiche che ne hanno parlato dichiarano di aver ricevuto la notizia direttamente da organi di Polizia, i quali riportano anche che Lapo dovrà presentarsi nel mese di Gennaio per formalizzare l'accusa di falsa denuncia.

Ovviamente lo stesso Elkann intervistato da numerosi giornalisti e non solo, si è espresso con poche parole nel commentare l'avvenuto.

Le fonti più vicine sostengono che il ricco imprenditore avrebbe contattato un trans quasi trentenne procurandogli quantitativi di droga ed invitandolo poi nel proprio appartamento.

I migliori video del giorno

Lui ed il suo amico si sarebbero trattenuti per un paio di giorni con la escort, nella zona di Manhattan. Nei giorni trascorsi insieme si pensa che lo stesso Elkann avrebbe speso tutti i fondi contanti che aveva con se, chiedendo pertanto un prestito alla escort con la promessa di restituire la somma nel giro di poche ore, cosi l'idea di progettare il rapimento per riuscire ad ottenere la cospicua somma di denaro da parte dei familiari.

La situazione è attualmente ancora tutta da accertare ma conoscendo le bravate del fondatore del marchio di occhiali da sole Indipendent i fatti raccontati sembrano corrispondere a realtà.