L'infermiere Claudio Borgarelli (46 anni) ha confessato di avere ucciso lo zio Albano Crocco (68) spiegandone i motivi. "Quella mattina ho visto la sua macchina davanti al sentiero -ha detto- Sono uscito armato perchè avevo paura che anche lui lo fosse. Abbiamo discusso, mi ha insultato, mi ha sputato ed io non ho capito più nulla. Gli ho tagliato la testa e poi me ne sono tornato a casa". Borgarelli ha dunque assassinato l'uomo anziano decapitandolo, nascondendo in seguito il cadavere nel bosco di Lumarzo (Genova).

Albano Crocco: omicidio e movente agghiaccianti

Un omicidio questo, definito "agghiacciante" dagli inquirenti, così come lo stato il movente: una contesa per un sentiero che va dalla casa dell'assassino fino al bosco di Lumarzo.

Claudio Borgarelli ha raccontato: "Cinque anni fa, io e lo zio avevamo litigato per alcuni materiali edili da lui scaricati all'imbocco del sentiero, davanti a casa mia. Io avevo segnalato questo fatto alla Forestale, pretendendo che portasse via i detriti, perchè la strada era mia e non sua. Da allora non ci siamo più rivolti la parola".

Albano Crocco: approfondimenti sul delitto

La mattina dell'11 Ottobre, Albano Crocco aveva parcheggiato la sua macchina dinanzi al sentiero, inoltrandosi nel bosco alla ricerca di funghi. Il nipote, uscito di casa, si è accorto che i paletti erano stati divelti. Comprendendo ciò che era accaduto, l'uomo è andato su tutte le furie, per un rancore mai sopito. Tornato in casa, il nipote di Crocco ha preso una pistola ed un machete, andando alla ricerca dello zio.

I migliori video del giorno

Quando i due si sono incontrati, è iniziata la lite, degenerata con insulti e lo "sputo" da parte del pensionato. Questo ultimo particolare avrebbe scatenato la furia omicida di Borgarelli, il quale ha puntato la pistola alla nuca dell'anziano uomo, sparandogli. In seguito, il killer ha decapitato il cadavere, nascondendo la testa dentro un sacchetto e, in seguito, trasportando il corpo fino a un dirupo. L'allarme è scattato intorno alle 19:00, quando la famiglia di Albano Crocco, non vedendolo rientrare, ha deciso di avvertire le Autorità. Per aggiornamenti su questa ed altre notizie di cronaca, cliccate Segui.