Bloodhound significa letteralmente 'cacciatore di sangue', è questa la razza a cui appartengono Gandolf e Druido, due meravigliosi esemplari dal costo astronomico di sessantamila euro, che hanno ottenuto una qualifica speciale dalla Fbi americana e che ora cercano igor, la belva di Budrio, responsabile di almeno quattro omicidi.

Un addestramento particolare

Naturalmente ogni cane lavora con un carabiniere addestratore con il quale forma una unità cinofila ed ha con lui un rapporto di assoluta fiducia, nel caso di Gandolf e Druido i carabinieri di riferimento sono Marco e Valerio. Sono loro che addestrano i due Bloodhound, e con loro sono reperibili 24 ore su 24 per ogni giorno dell'anno.

L' Arma dei Carabinieri della caserma Molinella ha a disposizione cinque di questi esemplari e, da diverso tempo, questa caserma è diventata il quartiere generale da dove si coordinano le operazioni per la caccia a Igor (Norbert Feher). I cani sono dei militari addestrati come soldati e curati dai veterinari dell'Arma. Sono esemplari magnifici, hanno particolari capacità di fiuto e sono in grado di riconoscere l'odore di un umano anche dopo molto tempo dal suo passaggio in una determinata zona.

Igor, il criminale che è in fuga da diversi giorni dopo aver ucciso almeno quattro persone, ha lasciato sul furgone con il quale è scappato, un brandello di una maglietta militare.

Sulle tracce dell'assassino

La maglietta viene fatta annusare ai cani, dopo di che viene fatta indossare loro una pettorina e al comando prestabilito, cani e carabinieri iniziano la ricerca di Igor.

Si cammina per dieci chilometri circa e poi subentra la seconda squadra e la prima si riposa. Questo protocollo può durare per intere giornate e i cani non mollano, nemmeno l'acqua li confonde. Questa razza non sbaglia, conduce il suo istruttore dritto sull'obiettivo.

Il training per questi cani inizia quando hanno due mesi, sono dotati di capacità naturali che i loro istruttori cercano di assecondare al massimo: imparano a non fare alcun rumore durante le ricerche, non devono ne abbaiare ne uggiolare, il silenzio è indispensabile.

La vita dei Bloodhound dura solitamente fino ai 14 anni, ma di solito verso gli 8 anni smettono di lavorare, quasi sempre quando vanno in pensione rimangono con il loro carabiniere addestratore.

In questi giorni stanno cercando tenacemente il fuggitivo Igor, di solito quando un BloodHound trova il suo bersaglio gli mette sopra una zampa che suona come una sentenza inappellabile.

La speranza dei carabinieri istruttori e che le zampone di Gandolf e Druido poggino presto sul corpo di Igor, finirebbe un incubo.

Segui la nostra pagina Facebook!