Si tratta del secondo caso in Italia in cui si assiste alla radiazione di un medico dall'Ordine per aver avanzato dei dubbi circa alcuni aspetti concernenti i vaccini. Il primo caso ha riguardato qualche settimana fa Roberto Gava, secondo cui nel caso delle vaccinazioni di massa i rischi superavano i benefici. Gava per queste sue posizioni è stato radiato dall'Ordine dei medici di Treviso.

Ma come detto c'è già un secondo caso. Dario Miedico è tra i firmatari della lettera in cui ha espresso delle perplessità circa le vaccinazioni pediatriche. Miedico è un medico legale di 77 anni che si è specializzato nelle perizie relative alle cause sui danni da vaccino.

Il 20 maggio scorso nella sede dell'Ordine dei Medici di Milano 15 componenti della commissione disciplinare hanno preso all'unanimità la decisione di radiarlo, dopo un contradditorio che è durato per ore. In effetti Miedico che è noto per le sue opinioni critiche in tema di vaccini su internet, ma anche in trasmissioni televisive, non esprime una contrarietà tout court sull'efficacia del vaccino, ma i suoi dubbi riguardano invece le vaccinazioni pediatriche di massa.

Il medico radiato presenterà ricorso

Intanto Miedico ha già fatto sapere che intende presentare ricorso appena gli sarano rese note le motivazioni alla base della radiazione dall'Ordine. In particolare a caldo in una intervista rilasciata all'Agi, ha commentato affermando che su vaccini si è scatenata ormai una sorta di caccia alle streghe.

Il medico in ogni caso ribadisce la sua posizione: "Io non sono assolutamente contro i vaccini, sono però fermamente contrario all'obbligo vaccinale, da cui emergono tutti i danni che ho visto in questi anni".

Miedico poi sottolinea che la sua non è certo una posizione di retroguardia rispetto ai vaccini ed anzi sottolinea il ruolo importante che hanno avuto e hanno ancora, in particolare in certi Paesi.

Il medico radiato continua ribadendo che esprime le sue posizioni da quarant'anni e prima di adesso era stato convocato due volte dal'Ordine ed in entrambe le occasioni la questione fu archiviata. Quindi conclude amaramente: "Oggi invece vengo radiato. È tutto pretestuoso. Colpirne uno per educarne cento, questo hanno fatto".

La radiazione del medico ha portato a un inasprimento delle posizioni tra chi manifesta delle perplessità su alcuni aspetti concernenti i vaccini e il Ministero della Salute. In particolare il "Gruppo Genitori no obbligo Lombardia" dichiara che oltre duemila famiglie sono sul piede di guerra per bloccare il decreto del Ministero della Salute che ha introdotto recentemente l'obbligo delle vaccinazioni pediatriche per poter accedere a scuola.

Segui la nostra pagina Facebook!