Castel Bolognese. Prendete due ragazzi, uno di 19 e uno di 17 anni che frequentano la stessa scuola in un istituto superiore del Faentino e metteteci in mezzo una 15enne, sempre delle stessa scuola, contesa fra i due. Tutti e tre abitano a Castel Bolognese, un Comune di circa 10mila abitanti al confine fra le province di Ravenna e Bologna. La giovane, a un certo punto, decide di lasciare il fidanzatino 17enne e di mettersi con il 19enne. Scoppia la gelosia, i due si vedono per un chiarimento e il 19enne ferisce gravemente il 17enne con un cutter. Ecco come si sono svolti i fatti.

L'incontro per il chiarimento

Purtroppo, nella società odierna dove ogni giorno sui mass-media appaiono scene di violenza e spesso gli uomini considerano le donne “cosa loro”, si è sfiorato l'omicidio. Prima il 17enne assilla al cellulare la ex fidanzata senza riuscire a farsi una ragione di averla persa poi, visto che con le buone non riesce a ottenere alcun risultato, chiama il 19enne per un chiarimento nel parcheggio vicino alla piscina comunale di Castel Bolognese verso le 17 del 26 giugno.

Il coltello e le ferite

Il 19enne, visto che in precedenza fra i due si erano già verificate parecchie scaramucce, decide di presentarsi all’appuntamento con un cutter nascosto in tasca. Fra i due, dopo le prime minacce, volano parole pesanti, quindi spintoni: scatta una lite che sfocia nella violenza quando il 19enne estrae il coltello ferendo il 17enne che rimedia un taglio di dieci centimetri sulla guancia destra, un altro sulla spalla e lesioni a un dito della mano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Faenza che hanno arrestato il 19enne per lesioni aggravate ai danni di un minore e porto illegale di arma da taglio.

Attualmente, il ragazzo si trova agli arresti domiciliari e dovrà comparire presto davanti al Gip (Giudice per le indagini preliminari) per la convalida. Intanto il 17enne, portato con l'ambulanza al Pronto soccorso dell'ospedale di Faenza, rimedia 12 punti di sutura alla guancia e sei sulla spalla con una prognosi di venti giorni.

Le conseguenze del duello

Con un gesto simile, il 19enne sporcherà per sempre la sua fedina penale e in futuro farà un'immensa fatica a trovare un lavoro.

Estrarre un'arma per colpire un compagno di scuola, per di più per un futile motivo (dalle ferite inferte si può capire che si è sfiorato il dramma), comporta reati molto gravi. E il 17enne porterà sul viso e sul corpo le cicatrici per tutta la vita. Il tutto perché hanno esaltato, dando un'importanza esagerata al suo ruolo, una 15enne che ora si sentirà triste e confusa, ma non c'entra nulla con il duello esagerato che i due ragazzi hanno avuto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto