È stato probabilmente uno scherzo di cattivo gusto a scatenare il panico tra la folla durante la finale di Champions League in piazza San Carlo a Torino. C'erano circa trentamila tifosi ad assistere alla partita Juventus-Real Madrid dinanzi al maxischermo. All'improvviso, qualcuno avrebbe gridato "bomba", e diverse centinaia di persone hanno cominciato a scappare in preda al panico, dirigendosi disordinatamente lontane dalla piazza. Il caos è durato poco, ma purtroppo molte persone sono rimaste ferite dopo essere state travolte dalla calca. Sul piazzale sono state abbandonate scarpe, borse, zaini ed altri accessori.

Falso allarme: caos forse scatenato da un petardo

Intorno alle 22, durante la finalissima di Champions League tra Juventus e Real Madrid, in piazza San Carlo a Torino si è scatenato il panico tra la folla. Le notizie su quanto è accaduto non sono ancora ben chiare, ma pare che "il fuggi-fuggi" sia stato scatenato dallo scoppio improvviso di un petardo. Circa mille persone sono rimaste ferite (bilancio non ancora definitivo), tra cui risulta un bambino di quattro anni ricoverato in prognosi riservata. Quando la Juventus si era ormai arresa alla superiorità del Real Madrid, e i tifosi bianconeri avevano perso qualsiasi speranza di vittoria, è scoppiato il grande caos. "Gente che urlava e spingeva ed è cominciata la fuga generale", hanno raccontato alcuni testimoni, alimentando le prime ricostruzioni che parlavano solamente di un falso allarme attentato terroristico.

"Sembrava di essere all'Heysel", ha commentato un anziano tifoso della Juve, rimasto sconvolto dinnanzi alla folla impazzita che fuggiva lontana da piazza San Carlo. La paura generale e le prime testimonianze hanno subito fatto temere un attacco terroristico; qualcuno ha gridato diffondendo il panico tra la gente e risvegliando gli incubi di una nuova strage in corso.

"Potrebbe essere stato un petardo fatto scoppiare in maniera incosciente a provocare la paura" ha dichiarato Angelo Sanna, questore della città di Torino, che stava dirigendo dalla sala operativa della Questura tutte le operazioni legate alla sicurezza. Le forze dell'ordine hanno allestito un "punto raccolta" per aiutare a ritrovare i propri familiari e amici dispersi nella calca durante momenti di terrore che hanno vissuto i tifosi bianconeri nel centro del capoluogo piemontese.

Andrea Agnelli: solidarietà per i feriti di piazza San Carlo

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, informato sull'accaduto ha dichiarato: "Sono venuto a conoscenza che a Torino ci sono stati incidenti in piazza San Carlo. Non ho informazioni precise sulla situazione, ma vorrei esprimere tutta la mia solidarietà a coloro che sono rimasti feriti".

Segui la nostra pagina Facebook!