Il social network s’impegna in maniera attiva nel cercare di contribuire, in ogni paese, a creare una comunità informata ed aiutare gli utenti a prendere decisioni più consapevoli rispetto a ciò che leggono e condividono sulla piattaforma. La lotta contro le bufale mediatiche e la tutela della sicurezza dell’informazione, sono prioritarie, soprattutto durante il periodo delle Elezioni politiche, tiene a precisare l’azienda di Zuckerberg.

Attività di Fact-Checking

In collaborazione con Pagella Politica, sito che dal 2012 mira a monitorare le dichiarazioni dei principali esponenti politici italiani al fine di valutarne la veridicità attraverso numeri e fatti, e che aderisce ai principi stabiliti da Poynter, dalla prossima settimana, rivedrà e valuterà l'accuratezza delle storie presenti su Facebook, escludendo quindi foto, video e meme.

Se una storia verrà reputata falsa, apparirà più in basso nel news feed e verrà fornita una spiegazione redatta dai fact-checker. Alle persone, o agli amministratori di pagine che hanno linkato una notizia bollata come falsa, verrà inviata una notifica, come ha spiegato lo staff di Menlo Park. E con l’ottica di dare sempre più controllo agli utenti, Facebook li incoraggerà ad estirpare le mele marce, direttamente attraverso la piattaforma. Quindi avremo da un lato la guida agli utenti, dall’altro guida ai candidati: oltre a indicazioni che compariranno sui News Feed dei politici.

Security Megaphone e Facebook Elections

Per aiutare candidati e partiti politici a comprendere meglio la piattaforma e gli strumenti a loro disposizione, con particolare attenzione alle tematiche legate alla sicurezza, oggi la società californiana ha lanciato Security Megaphone, il nuovo tool che comparirà in testa al loro News Feed per spiegare l'importanza dell'autenticazione a due fattori.

Il sito web Facebook Elections è una guida volta al raggiungimento del proprio elettorato, la sezione è dedicata agli attori politici, per rendere facilmente accessibili le linee guida, i suggerimenti e le best practice nell’utilizzo della piattaforma.

Ma di capitoli, Facebook e la disinformazione se ne preannunciano ancora molti.

Il controllo, l’impegno, la continua ricerca di combattere la disinformazione, proteggere l'autenticità delle informazione e la garanzia di un ambiente sicuro e protetto, sono una sfida continua per il team di sicurezza e integrità del noto social network.

Strumento educativo

Mentre prosegue la collaborazione con l’Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) siglata lo scorso dicembre 2017, sarà presente anche uno Strumento educativo contro la disinformazione.

Il Vademecum suggellato in 10 punti e realizzato in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, verrà pubblicato, dal 5 all'11 febbraio, su alcuni dei principali quotidiani italiani e resterà consultabile all’interno della sezione centro assistenza di Facebook.

Alcuni potrebbero averlo visto questa mattina aprendo l’app, ecco i 10 suggerimenti:

  • Non ti fidare dei titoli: le fake news solitamente presentano al loro interno titoli altisonanti, scritti tutti in maiuscolo, con un preponderanza di punti esclamativi. Se le affermazioni riportate sembrano esagerate, probabilmente sono notizie farlocche.
  • Guarda bene l’URL: eseguire un controllo incrociato dell’URL è buona prassi, molti siti di notizie false si fingono autentici con minimi cambiamenti all’URL. Confrontalo con il sito autentico.
  • Fai ricerche sulla fonte: consulta notizie da fonti di cui ti fidi, se la notizia proviene da un’organizzazione che non conosci, accedi alla sezione “informazioni” per saperne di più.
  • Fai attenzione alla formattazione: leggi la notizia in maniera capillare e scrupolosa, se percepisci un’impaginazione strana e diffusi errori di battitura, probabilmente si tratta di fake news.
  • Fai attenzione alle foto: Immagini e video ritoccati sono spesso situate all’interno di bufale, o fuori contesto. Effettuare una ricerca per immagini è la soluzione per verificarne l’autenticità
  • Controlla le date: se la cronologia desta qualche sospetto e non vi è congruità con le date degli avvenimenti, la notizia potrebbe essere fasulla.
  • Verifica le testimonianze: Controlla le fonti dell’autore per assicurarti della loro attendibilità. Mancanza di prove o il riferimento a esperti di cui non viene fatto il nome, non è indice di veridicità, anzi.
  • Controlla se altre fonti hanno riportato la stessa notizia: Se gli accadimenti non vengono riportati da nessun’altra fonte, la probabilità della falsità della notizia è molto alta.
  • La notizia potrebbe essere uno scherzo: controlla se la fonte è nota per le sue parodie ed il tono umoristico della notizia riportata. Spesso è difficile distinguerle.
  • Alcune notizie sono intenzionalmente false: usa la tua capacità critica nel leggere notizie online e condivi solo se non hai dubbi.
Segui la pagina Elezioni Politiche
Segui
Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!