Da poche ore il presidente turco Recep Tayyp Erdogan è arrivato in Italia e vi starà alcuni giorni. In questi giorni, il presidente della Turchia incontrerà i rappresentanti istituzionali dell'Italia, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Inoltre, è previsto l'incontro con Papa Francesco in Vaticano e proprio tale incontro inter-religioso è visto come un'opportunità di pace e di ulteriore avvicinamento tra il mondo cristiano cattolico rappresentato dal Pontefice e quello musulmano sunnita, perlomeno quello politico che vede positivamente l'operato dello stesso Erdogan.

La condanna dei fatti di Macerata: 'Grave atto terroristico, la xenofobia è una grande minaccia'

Poco prima di partire per l'Italia, il presidente della Turchia ha trovato il tempo per dire la sua sulla sparatoria contro migranti avvenuta a Macerata. Come riporta un articolo pubblicato sul sito dell'agenzia giornalistica 'ANSA', Erdogan ha duramente condannato il tragico fatto e ha sostenuto che si è trattato di un'atto terroristico. Più specificatamente, il presidente turco ha affermato che non vede differenza tra gli attacchi di stampo razzista e/o xenofobo e gli attentati delle organizzazioni terroristiche propriamente dette.

Il presidente della Turchia: 'Insieme a Papa Francesco per difendere Gerusalemme'

Durante un'intervista realizzata dal giornalista Maurizio Molinari per la testata giornalistica 'La Stampa', il presidente turco ha detto la sua sul controverso status di gerusalemme.

Nell'intervista, Erdogan ha ribadito la critica alla dichiarazione sulla città santa fatta dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump e ha elogiato l'operato di Papa Francesco, che si è mosso sin da subito per diffondere un 'giusto messaggio' per la tutela della città santa. Inoltre, sempre nella stessa intervista fatta da Molinari per 'La Stampa', Erdogan ha anche spiegato di aver chiarito con Trump dopo una telefonata che lo stesso presidente statunitense gli ha fatto.

Sempre nell'ambito dello status di Gerusalemme, Erdogan ha affermato che esso deve essere tutelato e rispettato per il bene dei musulmani, degli ebrei e dei cristiani. Il presidente della Turchia ha anche dichiarato che la comunità internazionale abbia il dovere e la responsabilità di difendere la pace per la stessa Gerusalemme.

Segui la nostra pagina Facebook!