In Francia è stato arrestato il teorico islamista Tariq Ramadan. Come riportato da un articolo pubblicato sul sito del 'Fatto Quotidiano', l'ideologo è accusato di aver commesso due stupri, uno avvenuto nel 2009 e l'altro nel 2012. Sempre come ricordato dallo stesso articolo pubblicato sul 'Fatto Quotidiano', uno degli stupri sarebbe stato commesso su una persona vulnerabile e lo stesso Ramadan ha negato le accuse. Inoltre, ha chiesto anche che vi sia un nuovo esame della sua detenzione ad opera del giudice delle libertà.

Pubblicità

Il teorico dichiarato 'persona non gradita' dal Qatar

A seguito delle accuse di stupro, Tariq Ramadan è stato dichiarato 'persona non gradita' da parte dell'emirato del Qatar. Come riporta un articolo pubblicato sul sito web 'Globalist.it', la decisione del Qatar non presenta solamente cause morali ma, sopratutto, di stampo prettamente politico. Difatti, l'emirato del Golfo non vorrebbe essere rappresentato internazionalmente da un pensatore diventato così controverso e lo stesso Ramadan aveva recentemente preso le distanze dal Qatar, perlomeno in modo ufficiale. Stando sempre all'articolo di 'Globalist.it, il pensatore islamista è stato sospeso dall'insegnamento nell'Università di Oxford.

Il pensatore islamista amato da certa sinistra radical chic

Tariq Ramadan è un pensatore molto conosciuto in Francia e nell'Occidente e, almeno sino allo scoperta dello scandalo, risultava essere alquanto apprezzato presso certi ambienti legati alla 'sinistra radical chic' francese e occidentale. Ramadan è il nipote del fondatore della 'Fratellanza Musulmana' Hasan al-Banna e pare che il suo pensiero ideologico sia vicino ad alcune tesi della stessa nota organizzazione islamista internazionale, recentemente sempre più benvista da quella parte della sinistra seguace della cosiddetta 'ideologia mondialista' e "terzomondista".

Pubblicità

Negli USA Ramadan è sempre stato malvisto da parte della destra repubblicana, che lo vedeva come uno dei più pericolosi ideologi islamisti falsamente "moderati" e "progressisti", mentre è stato riabilitato durante la presidenza del democratico Barack Hussein Obama. Tra l'altro, lo stesso Obama e la sua amministrazione sono stati spesso accusati di essere stati assai morbidi nei confronti dei movimenti islamisti, anche radicali, sempre più diffusi negli Stati Uniti D'America e nel mondo.