Il Buran spira forte e fa battere i denti agli abitanti del Bel Paese. Le previsioni degli esperti hanno trovato puntuale conferma fin dalla serata di domenica sera. I fiocchi di neve hanno iniziato ad imbiancare prima il nord Italia, provocando il rinvio di Juventus-Atalanta, prima di scendere velocemente verso sud. Nella notte tra il 25 ed il 26 febbraio Roma si è dipinta di bianco assumendo un paesaggio tipico delle località alpina. Un evento salutato con entusiasmo da alcuni residenti che hanno fatto a gara nel condividere sui social gli scatti più curiosi e spettacolari (come i suggestivi scatti del Colosseo e della Fontana di Trevi).

Tra Twitter, Instagram e Facebook le dirette si sono sprecate ma il risveglio per molti è stato tormentato. Enormi i disagi per raggiungere i luoghi di lavoro. Città in tilt, scuole chiuse, strade degne della pista che ha ospitato le gare del pattinaggio artistico alle ultime olimpiadi. La situazione è precipitata con il trascorrere delle ore con i fiocchi di neve che sono iniziati a cadere copiosi anche a Napoli, Avellino e Salerno fino a spingersi verso sud.

Il maxi ritardo dell'Intercity Reggio Calabria-Torino

Nonostante l’allerta meteo fosse scattata da ore non sono mancate problematiche per quanto concerne le comunicazioni. I trasporti sono andati completamenti in tilt con un Intercity che è partito da Reggio Calabria domenica notte e non è ancora arrivato a Torino. Il treno viaggia con oltre nove ore di ritardo e i passeggeri stanno vivendo un autentico incubo.

Diversi gli Intercity cancellati nel corso della giornata con il traffico su ferro completamente paralizzato. Situazione difficile anche sulle strade italiane con il traffico paralizzato sulla Napoli-Salerno tra gli svincoli di Vietri sul Mare e Cava de’ Tirreni. Difficile anche la circolazione per i pullman con diversi mezzi rimasti fermi ai box perché non attrezzati per l’emergenza neve. Disagi anche sul raccordo autostradale Salerno-Avellino, off limits per alcuni tratti della giornata.

L’allerta meteo è stata prolungata di altre 48 ore con tantissime scuole del Bel Paese che resteranno chiuse fino a giovedì.

Lo scirocco spazza il Buran nel fine settimana?

Nelle prossime ore il rischio ghiaccio interesserà gran parte dell’Italia centro meridionale con la colonnina di mercurio che precipiterà di diversi gradi al di sotto dello zero. Situazione delicata anche per i residenti delle zone colpite dal terremoto dell’agosto 2016. Il freddo siberiano dovrebbe durare fino all’inizio del mese prima di cedere il passo ad un clamoroso ribaltone meteorologico con il vento di scirocco che spingerà l’alta pressione africana verso il Mediterraneo con temperature miti ed, in alcuni casi, al di sopra delle medie stagionali.

Segui la nostra pagina Facebook!