L'evento più significativo si è registrato a giovinazzo, un piccolo comune della provincia di Bari, dove i Caf cittadini sono stati sommersi dalle telefonate da parte di giovani che chiedevano di poter riempire i moduli per ottenere il famoso reddito di cittadinanza proposto dal Movimento 5 stelle. Nel Sud italia la promessa di un reddito garantito per tutti gli inoccupati e disoccupati deve aver scaldato i cuori di diverse persone come, tra l'altro, è stato certificato dai risultati elettorali.

Il caso di Giovinazzo

Sebbene il reddito di cittadinanza sia una proposta portata avanti da diverso tempo dal movimento di Beppe Grillo non è stato mai attuato in quanto non condiviso dalle altre forze politiche.

A seguito però delle ultime elezioni politiche, che vedono i 5 Stelle come primo partito, le cose potrebbero cambiare; un governo dovrà formarsi entro la fine del mese, nonostante l'empasse politica attuale i partiti dovranno accordarsi per eleggere i presidenti di Camera e Senato, quindi garantire una maggioranza. A Giovinazzo però, piccolo comune lontano dai giochi politici di palazzo, la storia viene interpretata in modo diverso. Nel comune limitrofo, quello di Molfetta, il 5 Stelle ha collezionato ben il 43% dei consensi mentre a Giovinazzo poco meno del 40%. Una vittoria netta dei grillini al Sud, ma che ha suscita reazioni immediate e fuori tempo: molte persone hanno preso d'assalto i Caf chiedendo di compilare i moduli per ottenere il reddito di cittadinanza.

Inizialmente gli operatori telefonici hanno pensato che fosse uno scherzo, ma le telefonate sono continuate ad arrivare e da persone diverse. Ovviamente i dipendenti dei Caf hanno sottolineato che i moduli non esistono ancora, in quanto il governo non si è ancora insediato e non esiste qualcosa di simile; non contenti alcuni di loro si sono rivolti anche al Comune per chiedere conferma su quanto affermato dai Caf.

"L'ho sentito alla televisione"

Secondo quanto pubblicato dal quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno i cittadini che si sono rivolti ai Caf hanno supportato la loro richiesta dal fatto che lo avessero sentito in televisione. Gli operatori telefonici hanno dunque dovuto spiegargli che non è sufficiente il voto affinché si ottenga quanto promesso, ma che ci sono delle procedure da rispettare: in primis l'insediamento del governo.

Secondo alcuni testimoni l'età di chi ha richiesto questi moduli è giovane e con un grado scolastico non elevato.