La storia incredibile che stiamo per raccontare arriva da Porth Elizabeth in Sud Africa, dove una neonata è stata abbandonata in una fogna ed è stata ritrovata attorniata da una colonia di formiche rosse. La bambina di poche ore di vita è salva per miracolo, grazie all'intervento di una passante che ha sentito degli strani lamenti provenire dalle fognature e ha deciso di chiedere aiuto ai passanti e agli automobilisti.

Una tranquilla passeggiata si trasforma in un salvataggio

Charmaine Keevy, donna di 63 anni, stava passeggiando con il suo cane quando uno strano lamento proveniente dalla fogna ha attirato la sua attenzione.

La donna inizialmente, credeva si trattasse di un gatto. Prestando maggiore attenzione ha capito che quel flebile lamento non era il miagolio di un gattino, ma il pianto di un neonato, per l'esattezza una bambina, che stava letteralmente diventando cibo per una colonia di formiche rosse.

La 63enne, comprendendo la gravità della situazione, ha chiesto subito aiuto. Il primo a rispondere alla richiesta d'aiuto della donna è stato Cornie Viljoen, un automobilista che casualmente passava di lì. L'uomo di 60 anni, padre di tre figli, è subito intervenuto salvando la vita alla neonata. Per portare in salvo la bambina, l'uomo ha scardinato la lastra di cemento che sovrastava la fogna e insieme a Charmaine ha raggiunto l'ospedale più vicino per far assistere la neonata.

I medici che hanno preso in cura la piccola creatura hanno constatato che la bambina si trovava in stato di ipotermia, che il cordone ombelicale non era ancora reciso e che era in atto una grave infezione dovuta alla permanenza della neonata in una ambiente altamente infettivo: la fogna.

L'augurio di una lunga vita piena d'amore

I dottori sono comunque convinti che la bambina si riprenderà in fretta e che potrà guarire presto dalla sua infezione.

Grace April, questo il nome scelto per la piccola, pesa 3 chilogrammi ed è diventata piuttosto famosa per la strana e assurda avventura che ha dovuto vivere nelle sue prime ore di vita. Ora resta da capire se la madre della bambina vorrà farsi avanti e prendersi cura di sua figlia o se sarà necessario affidare il caso ai servizi sociali, in attesa di trovare una famiglia amorevole che possa crescere e prendersi cura della piccola Grace April.

Intervistata dai media locali Charmaine Keevy, la 'salvatrice' della neonata, ha raccontato nei dettagli il salvataggio e la corsa all'ospedale. La donna ha confessato che senza l'intervento di Cornie, l'automobilista che ha ascoltato la sua richiesta di aiuto, non sarebbe riuscita da sola a salvare la piccola. Ora l'augurio di entrambi è che la neonata, nonostante abbia iniziato quest'avventura chiamata vita in modo inusuale, possa da ora in avanti vivere una vita felice e piena d'amore.

Segui la nostra pagina Facebook!