Si sceglie spesso di passare alla sigaretta elettronica, ultima moda in fatto di sostituto della sigaretta classica, quella con carta e tabacco, per cercare di smetterla con il vizio del fumo, o per alleggerire i polmoni da sostanze nocive.

Un americano di 38 anni è morto

Vittima dell'uso di una sigaretta elettronica è morto un americano di 38 anni. E' accaduto in Florida. All'uomo è esplosa la sigaretta mentre la stava fumando, ed è rimasto vittima di questa tragica fatalità [VIDEO]. L'uomo è stato rinvenuto morto il 5 di maggio nella sua casa, dove viveva con la sua famiglia, a St. Petersburg. Nel suo appartamento era scattato l'allarme antincendio, ed inoltre il poveretto presentava sul suo corpo ustioni per l'80%.

L'americano è stato sottoposto ad autopsia, dalla quale si è rilevato che la colpa della sua morte era dovuta all'esplosione della sigaretta.

Le schegge gli hanno perforato il cranio

Nell'esplosione, le schegge della sigaretta elettronica gli hanno perforato il cranio, ed è stato come se l'uomo fosse stato colpito alla testa da innumerevoli proiettili di una pistola. Il danno è stato amplificato dalle scottature che hanno colpito quasi tutto il suo corpo: addome, spalla, braccio, schiena, una mano e un braccio. Non è la prima volta che un fatto simile si verifica. Lo annuncia l'US Fire Administration. In soli 14 anni, dal 2009 al 2013, 195 persone sarebbero state vittime di danni dovuti all'uso della sigaretta elettronica, tra esplosioni e incendi. Si sono verificate 133 lesioni acute, di cui 38 molto gravi.

E' successo in Colorado, nel 2015, che l'esplosione di una sigaretta abbia rotto tutti i denti al malcapitato che ne stava facendo uso.

I vantaggi della sigaretta elettronica

Non bisogna dimenticare però quanto sia utile, anche secondo l'Associazione italiana per la ricerca sul cancro, provare a interrompere l'uso della sigaretta, della pipa o del sigaro, per rivolgersi a quello della sigaretta elettronica. Ciò eviterebbe l'inalazione di gas tossici, e non solo. Ma non è detto che la sigaretta elettronica risolva il problema del vizio del fumo, e sarebbe meglio quantomeno allontanarne il consumo una volta smessa la sigaretta classica. Da quando nel 2009 sono entrate in commercio le Sigarette elettroniche, la loro vendita è stata osteggiata dalle lobby del fumo, perlomeno fino a quando, ad esempio British America Tobacco e Philip Morris, non hanno fatto il loro ingresso nella produzione e vendita di sigarette elettroniche [VIDEO].