Mentre in Italia continuano a nascere giorno dopo giorno, a ritmo costante ed incessante, nuovi punti vendita per il commercio della cosiddetta 'erba legale', il nostro paese – o meglio, un gruppo di settantasette 'rollatori professionisti', selezionati nei dintorni di Milano – rischia di entrare nel Guinness dei primati, proprio per meriti ricollegabili alla pianta più famosa al mondo, che con ogni probabilità è ormai anche la più amata dagli italiani.

La sfida agli americani

L'idea è quella di realizzare uno spinello più lungo di un edificio di dieci piani, ed è venuta ad un gruppo di star del web, riunite sotto il nome del 'Partito del Piccione', che in questi giorni stanno individuato i settantasette 'rollatori', che dovranno realizzare quello che è stato già definito come 'il purino più grande della storia', termine che sta ad indicare i preparati di erba che contengono solo ed esclusivamente marijuana.

La precisazione è necessaria in Europa, dove, a differenza che negli Stati Unti d'America, è usanza comune allungare la ganja con il tabacco.

Tante le personalità legate al mondo del THC italiano che sono state coinvolte nel progetto, immancabili alcuni personaggi noti nel mondo del rap, come ad esempio i rapper milanesi Nerone e Babaman, ma anche Emi lo Zio, storico collaboratore dei Club Dogo.

L' obbiettivo è quello di sconfiggere un collettivo di americani che lo scorso venti aprile (giornata internazionale dei fumatori di erba) è riuscito a realizzare 'la canna più lunga del mondo', che, stando a quanto riportato dal Guinnes World Records, ha raggiunto l'impressionante misura di trenta metri.

Il quantitativo di cannabis necessario per portare a termine l'impresa – il prodotto finale dovrà ovviamente essere più lungo dei sopracitati trenta metri – si aggira attorno ai due chilogrammi di erba.

La disinformazione sulla cannabis in Italia

Queste le parole rilasciate da 'il Pancio', la web star che ha lanciato l'iniziativa, ai microfoni di Dolce Vita Magazine: 'Abbiamo dovuto fare una sorta di casting per individuare questi settantasette rollatori, le selezioni vere e proprie avranno luogo a breve. Sceglieremo in base alle capacità e alla possibilità di raggiungere Milano.'

Il capoluogo lombardo è infatti la città designata per l'evento, anche se la location precisa dove Il Partito del Piccione proverà ad entrare nella storia non è stata ancora scelta.

'Non è affatto semplice individuare un luogo idoneo, servono diciotto tavoli da posizionare uno accanto all'altro, è abbastanza complicato, poi non è che faccio questo nella vita' ha sottolineato il Pancio, prima di spiegare i motivi alla base dell'iniziativa, queste le sue parole: 'Stiamo facendo tutto ciò per provare a stimolare una discussione su un argomento sul quale c'è ancora tantissima disinformazione'.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!