Quello della settimana scorsa non è l'unico episodio di delinquenza verificatosi a Pomigliano d'Arco nel corso dell'ultimo mese: anche nella notte tra sabato 19 e domenica 20 maggio alcuni studenti residenti a Casalnuovo di Napoli sono stati infatti inseguiti e minacciati da quattro ragazzi a bordo di due motorini sull'affollata via Roma.

Il racconto dell'inseguimento

Come in occasione del precedente episodio, anche stavolta i malviventi hanno scelto come "nastro di partenza" via Roma, in prossimità della nota ed affollatissima macelleria-hambugeria "Da Gigione".

Pubblicità
Pubblicità

Sono circa le 2.30 quando alcuni studenti dell'Istituto d'Istruzione Secondaria "Giancarlo Siani" di Casalnuovo stavando facendo ritorno a casa dopo una tranquilla serata tra la movida pomiglianese. Ecco che d'un tratto Gabriel e compagni vengono accerchiati da due scooter a bordo dei quali viaggiavano quattro ragazzi, poco più che maggiorenni, che hanno cominciato a sferrare calci e pugni alle portiere dell'auto.

Pubblicità

Le modalità dell'inseguimento sono le medesime attuate appena una settimana dalla baby gang che aveva preso di mira due coppie di fidanzatini, sempre nella stessa zona: violenza fisica, minacce e successivo tallonamento. Anche stavolta, per fortuna, le vittime sono riuscite a mantenere la calma e ad agire razionalmente evitando incidenti con altre auto e disagi ai pedoni: "Subito ci siamo messi in contatto con le forze dell'ordine del comando di Castello di Cisterna, avvisandoli che di lì a poco saremmo arrivati alla Caserma di Casalnuovo - racconta Gabriel sul suo profilo Facebook, e ancora - "L'inseguimento è terminato alla rotonda di Piazza Siani a Tavernanova, quando hanno capito che anche noi ci stavamo dirigendo verso la Caserma.

I consigli di Gabriel e l'appello alle Forze dell'Ordine

Non un video, come era accaduto settimana scorsa per Alessio, ma un lungo post su Facebook: è questa la testimonianza di Gabriel, che ha raccontato dettagliatamente lo spiacevole episodio e ha provato a fornire, a modo suo, qualche consiglio prezioso per chi dovesse trovarsi nella medesima situazione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Il giovane diciottenne ha vivamente esortato i suoi coetanei a chiudere porte e finestrini, ad allertare i Carabinieri con una telefonata e ad aumentare la velocità soltanto in caso di carreggiata "libera".

Non è poi mancato un appello alle forze dell'Ordine e all'amministrazione comunale: "Cosa si aspetta per intervenire? Un incidente con qualche morto? - ha scritto Gabriel sul suo profilo, che più volte si è occupato di sicurezza e soprattutto di una tematica delicata quale la Terra dei Fuochi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto