Potrebbero esserci seri guai in vista per il noto procuratore Mino Raiola: la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) ha aperto un’inchiesta nei suoi confronti. Il massimo organo calcistico italiano vuole vederci chiaro sul noto e famelico procuratore, spesso protagonista di dichiarazioni e atteggiamenti oltre il limite del consentito. Si ricorda infatti la nota querelle con la Nazionale Italiana per la mancata convocazione del suo assistito Mario Balotelli, ma anche la vicenda Donnarumma [VIDEO] che sta avendo un risalto internazionale. Secondo ‘Il Fatto Quotidiano’ la Procura Federale ha già notificato a tre indirizzi europei l’apertura dell’indagine, nella quale Mino Raiola viene accusato di violazione del codice di giustizia sportiva.

L’accusa della FIGC a Mino Raiola

Il Procuratore Giuseppe Pecoraro contesta al procuratore Mino Raiola la reazione, molto furiosa, avuta dallo stesso il 20 marzo per la mancata convocazione in Nazionale di Mario Balotelli, uno tra i suoi assistiti più in mostra nel panorama mondiale. In quell’occasione Raiola non aveva risparmiato dichiarazioni furiose contro la Federazione Italiana, definendola come scarsa, molto debole e senza nessun obiettivo. Secondo il Procuratore tali dichiarazioni sono lesive contro l’istituzione (articolo 5) ed è per questo motivo che si è deciso per l’apertura dell’indagine.

Ancora guai per Raiola: altri problemi col fisco olandese

Secondo ‘Il Fatto Quotidiano’, inoltre, il fisco olandese avrebbe avviato un’istruttoria contro Mino Raiola, al fine di verificare la sua reale residenza fiscale.

Un’istruttoria necessaria per rispondere al quesito del fisco olandese che si chiede dove Raiola paghi le tasse avendo una base a Montecarlo e società in Irlanda. Sotto la lente di ingrandimento sarebbe finito il periodo che va dal 2014 al 2017, ma non è finita qui. Il fisco olandese avrebbe richiesto, infatti, alla Guardia di Finanza di recuperare i contratti siglati col Milan [VIDEO]. La richiesta è motivata dal fatto che il rapporto tra il procuratore ed i rossoneri è stato molto duraturo e costante nel corso degli anni.

Cosa rischia Mino Raiola?

Il rischio per il noto procuratore Mino Raiola, secondo ‘calciomercato.com’, dovrebbe essere il pagamento di una multa di qualche decina di migliaia di euro. Lo scopo della FIGC, sempre secondo calciomercato.com, sarebbe però un altro: quello di mandare un messaggio a Mino Raiola, facendogli capire che non è immune da sanzioni. Infatti il messaggio sarebbe molto raffinato con la FIGC non contenta della strafottenza e dell’indifferenza verso le istituzioni da parte del noto procuratore.