Kelly M. Cochran condannata all'ergastolo con la motivazione di aver ucciso il proprio amante. La donna coinvolta nell'accaduto è una trentacinquenne del Michigan e il fatto risale al 2014. Nelle indagini, portate avanti dalle forze locali, pare che il marito avrebbe istigato la donna a compiere l'efferato omicidio: i colpi scena in merito alla morte del povero amante però sono molti e stupefacenti.

I fatti sconvolgenti

Una serie di colpi di scena contornano però la drammatica notizia di cronaca.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

L'omicida del Michigan ha infatti messo in atto una scena che potrebbe essere benissimo presa d'ispirazione da numerosi registi di film horror, poiché quanto accaduto ha davvero dei risvolti raccapriccianti.

In una prima fase la donna ha fatto a pezzi l'uomo, salvo poi metterlo a cuocere [VIDEO]. Kelly M. Cochran però non si è fermata qui nel suo efferato ed orrendo gesto. Le forze dell'ordine hanno infatti rivelato che una volta cotto a puntino, la donna avrebbe anche mangiato il defunto offrendolo poi agli amici, spacciandolo come carne di maiale semplicemente cotta alla griglia. Come detto all'inizio però un ruolo fondamentale in tutta questa vicenda lo ha avuto il marito.

Stando alle fonti locali, pare che i due avessero deciso di accordarsi durante il matrimonio davvero in modo bizzarro: se in futuro uno avesse tradito l'altro, l'amante in questione sarebbe dovuto morire per loro mano. Dunque, una volta trovata la donna a letto con l'amante, l'uomo ha rispettato il patto uccidendo il 'rivale' successivamente cotto a puntino dalla moglie.

Una sega elettrica sarebbe poi stato il mezzo per tagliare a pezzetti il povero malcapitato. Ma l'assurda vicenda non termina ancora qui.

Gli sviluppi del caso

Circa un mese fa Kelly M. Cochran ha ricevuto la condanna definitiva per il delitto del marito. Ebbene sì, dopo aver ucciso l'amante, si è presa gioco anche del marito. Il consorte sarebbe infatti stato ucciso con una dose elevata di eroina. Dunque due casi da imputare alla trentacinquenne, sospettata di ulteriori nove omicidi ancora irrisolti, che aspettano solo lo sviluppo delle indagini per essere confermate. Non sappiamo cosa decideranno i giudici, ma le due vicende hanno fatto conoscere al mondo intero una vera serial killer, spietata di fronte agli uomini amati nel corso della propria vita fuori dal carcere. Per ricevere ulteriori aggiornamenti, [VIDEO] continuate a seguirci qui su Blasting News.