Negli ultimi giorni si é avuta notizia di diversi ritiri di prodotti alimentari dagli scaffali di punti vendita italiani e non solo. Dapprima si è parlato dell'acqua minerale San Benedetto prodotta a Popoli, quindi si è diffusa la notizia del ritiro precauzionale di minestroni [VIDEO] a marchio Findus e Lidl per possibile contaminazione da listeria. L'ultimo richiamo in ordine di tempo non riguarda però il settore alimentare, ma un distributore di acqua per animali distribuito da Ikea, il noto marchio svedese di arredamento, chiamato Lurving.

La nota dell'azienda svedese

L'azienda svedese Ikea ha annunciato attraverso la nota il ritiro del prodotto in questione.

A chi ha acquistato il prodotto prima dell'avvenuto richiamo, si suggerisce di non far utilizzare il distributore di acqua [VIDEO]ai propri animali domestici per evitare di mettere in pericolo la loro vita. In questi casi è consigliabile riportare l'oggetto al punto vendita di acquisto che provvederà ad erogare un rimborso completo della merce a tutti gli acquirenti. Il distributore Lurving è stato finora commercializzato in 15 mercati a partire dal mese di ottobre del 2017, tutti conseguentemente oggetto del richiamo.

Le segnalazione degli acquirenti

La decisione di Ikea é stata presa a seguito della segnalazione da parte di due acquirenti che hanno riferito come i loro animali domestici siano rimasti con la testa incastrata nel distributore d'acqua Lurving. Purtroppo l'avvenimento ha provocato la morte per soffocamento degli animali, portando i proprietari a segnalare la pericolositá del prodotto.

L'azienda svedese in una nota ha espresso tutto il proprio rammarico dispiacere ed ha affermato di essere a conoscenza che molti clienti dell'azienda considerano i propri animali domestici come veri e proprio componenti del nucleo familiare.

Petra Axdorff, Business Area Manager di Ikea of Sweden AB, ha affermato che per via di questi spiacevoli avvenimenti è avvenuto il ritiro immediato del prodotto. Ikea è un'azienda multinazionale molto amata, specializzata nella vendita di di mobili, complementi d'arredo e altra oggettistica per la casa. L'azienda è presente con 345 centri di vendita in 42 paesi, gran parte dei quali in Europa, dove viene realizzato il 70% del fatturato totale. Sicuramente il decesso dei due cani avrà creato non poche polemiche tra tutti i frequentatori della famosa catena di negozi, oltre ad aver apportato ad un dispiacere immenso ai padroni dei cani.