Ancora imprecisato il periodo d'attesa necessario alla conclusione per il rimpatrio dei tre giovani malviventi gambiani, i quali sono giunti sabato 30 giugno nel centro di permanenza e rimpatrio di Bari. Il tassello finale al completamento del rimpatrio è l'approvazione delle forze della Repubblica del Gambia, il quale periodo d'attesa potrebbe essere soggetto a variazione, fino ad un periodo che potrebbe superare anche un anno e mezzo. In attesa del rimpatrio, i tre malviventi rimarranno rinchiusi nel centro della città pugliese.

A seguito della cattura dei tre uomini fermati dopo la grande rissa che ha visto coinvolti oltre venti uomini, di cui metà gambiani e metà georgiani, il sindaco della città di Pisa, Michele Conti (Lega), ha subito contattato il sindaco di Cascina, Susanna Ceccardi, la quale ha telefonato a sua volta al ministro dell'interno, Matteo Salvini, per aggiornarlo sullo svolgimento degli eventi. Matteo Salvini si è espresso sul social network Facebook riguardo alla faccenda, dichiarando che 'chi sbaglia paga'.

La rissa avvenuta mercoledi 27 giugno a Pisa

Mercoledi 27 giugno una enorme rissa è scoppiata nel centro di piazza Vittorio Emanuele II, uno dei luoghi simbolo della città rossocrociata. Lo scontro, il quale ha visto coinvolti oltre una decina di uomini gambiani e un altrettanto numero di uomini provenienti dalla Georgia, si è svolta a colpi di bottiglie di vetro e a squarci di coltello. La causa dello scoppio del litigio è risultato essere uno scatto d'ira legato ad uno sguardo di troppo, rivolto alla ragazza di uno degli uomini.

Quello che ha risultato avere la ferita più grave è stato un uomo gambiano di 40 anni, il quale ha concluso la rissa scappando a seguito di una coltellata profonda che gli è stata inferta sulla coscia. Un altro uomo concittadino della precedente vittima è stato ferito sul cranio e ad una delle mani, seppur risultando essere ferite non gravi.

L'arresto dei tre criminali

Proprio a seguito della rissa, gli agenti di polizia della città di Pisa hanno fermato tre uomini provenienti dalla Repubblica del Gambia, i quali sono risultati soggiornare irregolarmente in Italia.

La questura ha perciò proseguito scortando gli uomini fino al centro di permanenza e rimpatrio di Bari. Tutti e tre gli uomini fermati dalla polizia locale, sono risultati essere già conosciuti dalle forze dell'ordine, con molteplici precedenti, tra cui violenza sessuale e spaccio di stupefacenti.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la pagina Lega Nord
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!