Quella che vi stiamo per raccontare è sicuramente una di quelle storie [VIDEO]che, anche se non siete amanti degli animali, vi susciterà una reazione davvero forte. A prescindere dall'amore che si può provare nei confronti di un cane, il gesto che è riuscito a compiere il padrone della creatura che potete vedere in foto è davvero da brividi. Secondo quanto riportato, tra gli altri, dal quotidiano Il Fatto Quotidiano, l'episodio è accaduto a Trapani, precisamente a Valderice, dove il proprietario dell'animale ha pensato bene di legargli attorno al collo una corda con una pietra perché voleva 'convincerlo' a fare il bagno.

Butta in mare il suo cane con una corda e una pietra legata al collo: viene denunciato grazie ai bagnanti

Fortunatamente, però, il cane è riuscito a liberarsi dal collare che gli aveva imbastito il suo padrone e a mettersi in salvo tornando a riva, nonostante abbia riportato comunque alcune ferite alle zampe e al collo.

Immediatamente, i bagnanti, evidentemente con una sensibilità differente rispetto all'autore di questo gesto, che si sono subito accorti della brutta situazione, hanno deciso di allertare la polizia e di soccorrere il quadrupede. Attraverso il microchip installato sull'animale è stato possibile scoprire che il cane è una femmina e si chiama Mia. Nel frattempo, il proprietario è stato individuato e denunciato con l'accusa di maltrattamento [VIDEO] di animali.

Inutile dire come tale episodio abbia immediatamente causato molte polemiche e abbia suscitato l'ira degli animalisti, tant'è vero che, sulla pagina Facebook dell'associazione "Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali", è stata riportata la notizia attraverso un post (che alleghiamo più in basso) in cui è ripreso bene, oltre che il cane, anche il collare che l'uomo aveva costruito ad hoc con una pietra per costringere Mia ad entrare in mare.

All'interno del post si legge, inoltre, che al momento il cane si trova presso un ambulatorio veterinario e che della questione se ne sta occupando in maniera diretta anche il sindaco di Valderice, Francesco Stabile. Quest'ultimo dovrebbe a breve incontrare il presidente di Noita, Enrico Rizzi, col quale verranno prese decisioni in merito alle azioni da portare avanti. Il messaggio via social network si conclude con una frase piuttosto esplicita e che non lascia spazio ad alcun tipo di dubbio: 'Questo signore lo denunciamo e lo portiamo in Tribunale. Ve lo promettiamo!'.