I carabinieri della compagnia di Napoli [VIDEO] hanno arrestato quattro extracomunitari di origine nigeriana, per rissa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Imade Osamede di 40 anni, residente a Milano, Augustine Ebosele di 25, Jennifer Omomagiowi di 34 anni e Victor Lucky di 35, tutti senza una fissa dimora sono stati accusati di avere generato una rissa per futili motivi, nel quartiere di Sant'Antimo a Napoli. Nella colluttazione è stato ferito anche un carabiniere intervenuto a sedare la rissa.

Il tafferuglio per motivi inconsistenti

La terribile rissa intercorsa tra 4 africani di origine nigeriana è avvenuta ieri sera, in via Giuseppe Verdi, nel quartiere di Sant' Antimo a Napoli.

Quattro extracomunitari, due uomini e due donne hanno cominciato a litigare fra di loro, probabilmente per motivi di poco conto, nel bel mezzo della strada. Uno di loro ha estratto un grosso coltello lungo più di 15 centimetri, che ha colpito di striscio Victor Lucky all'addome. Le urla e i continui schiamazzi hanno attirato l'attenzione dei residenti del sobborgo, che hanno immediatamente chiamato i carabinieri della locale stazione.

L'intervento dei carabinieri

I carabinieri della compagnia di Napoli sono giunti immediatamente nel luogo della baruffa, grazie ad una segnalazione. I militari dell'arma convergendo verso via Verdi, hanno subito cercato di bloccare i quattro nigeriani intenti ancora a litigare fra di loro, in flagranza di reato. Nel tentativo di mettere fine allo scontro, un carabiniere [VIDEO] è stato aggredito da una donna del gruppo di extracomunitari.

La sospettata di reato ha letteralmente preso a calci e pugni il militare mentre tentava di metterle le manette, nell'adempimento del suo dovere. Fortunatamente l'inquirente non ha riportato ferite gravi, mentre la donna è stata anche denunciata per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Gli uomini della benemerita hanno poi sequestrato l'arma da taglio, ancora intrisa del sangue di Victor Lucky. I due feriti sono stati accompagnati presso l'ospedale di San Giovanni di Dio in località Frattamaggiore. Gli specialisti del nosocomio hanno riscontrato alla vittima una ferita lacerocontusa nella cavità addominale giudicata guaribile in 6 giorni, mentre l'appuntato scelto ha riportato una lesione lieve all'avambraccio destro. i Quattro immigrati sono stati denunciati per rissa aggravata e per loro è stata richiesta l'espulsione dall'Italia. Nel frattempo gli investigatori hanno già iniziato a ricostruire l'intera vicenda, con l'intento di scoprire chi dei quattro arrestati nel caos del tafferuglio abbia sferrato la coltellata al 35 enne nigeriano.