Qualche attimo di apprensione, ma fortunatamente nessun danno, in seguito alla scossa di magnitudo 4.7 Richter registrata la scorsa notte in Molise. Alle 23:48 i sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato l'evento in località Montecilfone, nella provincia di Campobasso. La profondità ipocentrale, invece, è stata fissata a 19 km.

L'area epicentrale

Da quanto riporta il sito internet dell'Ingv, l'epicentro è stato localizzato a Montecilfone. In un raggio di 10 km, i comuni più vicini sono Palata, Guardialfiera, Acquaviva Collecroce, Larino, Tavenna e Guglionesi. In un raggio di 11-20 km, invece, i comuni vicini sono Castelmauro (CB), San Felice del Molise, Montenero di Bisaccia, Casacalenda, Montorio nei Frentani, Lupara, Mafalda, Civitacampomarano, San Martino in Pensilis, Provvidenti, Ururi, Castelbottaccio, San Giacomo degli Schiavoni, Montelongo, Montemitro, Portocannone, Morrone del Sannio [VIDEO], Montefalcone del Sannio, Petacciato, Lucito, Rotello, Ripabottoni, Bonefro, Tufillo (CH), Castellino del Biferno (CB), Dogliola (CH), Roccavivara (CB) e Fresagrandinaria (CH).

Avvertita in un raggio di oltre 100 km

Tra i comuni sopra i 50.000 abitanti, la scossa è stata avvertita a San Severo (49 km), Foggia (73 km), Chieti (78 km), Benevento (81 km), Pescara (85 km), Montesilvano (93 km), Manfredonia (93 km) e Caserta (96 km).

In seguito alla scossa principale, sono stati registrati ulteriori movimenti di intensità inferiore. Alle 00:03 un evento di magnitudo 2.3 Richter con profondità ipocentrale di 18 km, seguito alle 01:24 da un leggerissimo 1.8 avvenuto a 11 km. Tuttavia l'evento delle 23:48, di magnitudo 4.6 Richter, era stato anticipato da un 1.5 avvenuto alle 23:25 con ipocentro a 15 km.

Questi eventi hanno creato apprensione tra i cittadini e da quanto afferma il comando nazionale dei Vigili del Fuoco attraverso twitter, sono pervenute telefonate contenenti richieste di informazioni [VIDEO], ma nessuna richiesta di soccorso.

In seguito alle verifiche effettuate insieme alla Protezione Civile, nessun danno sarebbe stato riscontrato a persone o cose.

Il dato del Centro Sismico Euro Mediterraneo

La scossa sismica, avvenuta nel sud Italia, è stata registrata da numerosi istituti di geofisica europei. Tra questi il Centro Sismico Euro Mediterraneo (CSEM) che nel sito riporta una magnitudo pari a 4.9 gradi sulla scala Richter e profondità ipocentrale di 10 km.

Lo scorso 25 aprile, alle 11:48, una scossa di magnitudo 4.5 Richter avvenuta alla profondità di 29 km, aveva interessato lo stesso comune molisano. Anche in quel caso, a parte qualche attimo di apprensione, nessun danno a persone o cose.